laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Mister Bjelica: “Per l’attacco abbiamo molta scelta, anche se mi dispiace che Ebagua non ci sia”

Più informazioni su

Un'opzione può essere la coppia Catellani – Situm, ma anche Cisotti è un'alternativa: è molto veloce e adatto al terreno sintetico

LA SPEZIA – Alla ricerca dell’ottavo risultato utile consecutivo, lo Spezia si prepara ad affrontare il Trapani nella trasferta di sabato prossimo. Un avversario ostico, che in casa ha conquistato 17 dei 22 punti e al “Provinciale” sono riuscite a strappare un pareggio solo Entella e Catania: lo scorso anno Trapani-Spezia finì 1-1,  ma sabato sarà un’altra partita, tutta da vivere e da seguire, molto importante per entrambe le formazioni.

Non ci sarà Giulio Ebagua tra i convocati per un problema al ginocchio:Non mi preoccupo quando manca un giocatore perché tutti hanno dimostrato di essere all’altezza quando sono stati chiamati in causa. Naturalmente è un peccato che non ci sia Ebagua perché nelle ultime partite è stato molto importante, però sono rientrati Situm e Catellani e ci sono anche  Giannetti e Cisotti. Con quattro attaccanti ho già diverse scelte, due giocheranno e due saranno pronti a subentrare. Ardemagni non sarà convocato, deve continuare a lavorare e potrà arrivare anche il suo momento“.

Riguardo alla situazione fisica di Ebagua, il mister ha spiegato: “Giulio ha un problema al ginocchio che deriva da un vecchio infortunio, si blocca ogni tanto e non vogliamo rischiarlo in questa partita. Lunedì farà ulteriori esami e vedremo cosa decidere per la prossima partita in casa contro il Cittadella, dove la sua presenza potrà essere più decisiva rispetto alla trasferta di sabato“.
Sicuramente si può sempre migliorare – ha continuato il mister – per ora sono contento delle prestazioni in casa, ma in trasferta vorrei vedere più ambizione di vincere le partite. Comunque sono fiducioso per le prospettive di questa squadra“.

Le scelte per quanto riguarda l’attacco sono diverse: “Un’opzione può essere la coppia Catellani – Situm, ma anche Cisotti è un’alternativa: è molto veloce e adatto al terreno sintetico; in questi due giorni si è allenato benissimo al Ferdeghini e potrà essere un’opzione molto valida per quanto riguarda il reparto avanzato“.

Difesa a quattro o a tre? E per quanto riguarda il centrocampo? “La difesa sarà a tre e per il centrocampo ho molte alternative, sceglierò domani in base alla rifinitura e alle indicazioni che avrò dal campo e dalle condizioni dei giocatori“.
Insomma l’unico sicuro sarà il portiere? “Questa è una cosa positiva perché tutti sanno che possono essere titolari e c’è maggiore voglia da parte di tutti di allenarsi bene e di dimostrare di meritarsi un posto in campo. Per quanto riguarda i portieri, io sono molto contento anche del lavoro di Nocchi e sono sicuro che quando verrà chiamato, dimostrerà il suo valore“.

Grande importanza delle palle inattive nelle ultime gare: “Abbiamo fatto un gran lavoro sulle palle inattive che sono risultate molto importanti nelle ultime partite, permettendoci di pareggiare, ma anche di vincere match importanti. Nel calcio moderno le gare si basano molto sui dettagli e questo è un aspetto molto importante e da curare attentamente“.

Uno sguardo alla classifica e alla posizione in cui si trova lo Spezia attualmente: “Noi vogliamo crescere e fare sempre meglio, in questo momento non guardiamo la classifica, ma pensiamo solo a fare punti e ad accrescere sempre di più l’ambizione di vincere: questa è la cosa più importante attualmente per la mia squadra“.

Sabato al “Provinciale” arbitrerà il Sig. Aleandro Di Paolo, che diresse la gara di Vercelli: Noi ultimamente non guardiamo il lavoro dei direttori di gara, tutti possono sbagliare, anche noi. Mi era piaciuto Di Paolo a Vercelli per tutta la partita, poi forse ha sbagliato nell’episodio del rigore, ma può succedere; è stato un errore che ci sta“.


Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it/
 

Più informazioni su