laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Coldiretti in piazza del Mercato per “La Fattoria in Città”

Più informazioni su

L'invito agli associati: "Compilare in questionario sull'etichettatura sul sito del Ministero"

LA SPEZIA – C'è anche la Coldiretti spezzina tra i protagonisti de "La Fattoria in Città", fiera mercato dei produttori agricoli in programma domenica 30 novembre alle 9.00 alle 19.00 in piazza del Mercato, alla Spezia. 127 le aziende presenti (90 spezzine, 27 della provincia di Massa Carrara, le altre da Asti, Lucca e Parma) alle quali si affiancano i tradizionali banchi di frutta e verdura del mercato. Gli associati Coldiretti e gli altri partecipanti  mettono in mostra il meglio della loro produzione: verdura, frutta, miele, olio, vino, formaggi, salumi e tante altre eccellenze. Da non perdere il ricco programma di eventi e laboratori legati alla manifestazione, tra i quali il dibattito "Buono e bio" (10.00-13.00). Evento organizzato da Regione, Comune della Spezia, Province della Spezia, di Massa Carrara e di Parma, Museo Etnografico, Coldiretti, Confagricoltura, Cia e Fai Cisl.

 
Coldiretti La Spezia dà appuntamento a "La Fattoria in Città", e contestualmente invita i propri associati a partecipare, attraverso il sito del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, alla consultazione pubblica online per sostenere a livello europeo la necessità di rendere le le etichette più trasparenti con l'indicazione dell'origine del prodotto agricolo.
 
I consumatori, i produttori e gli operatori sono chiamati a esprimere il proprio punto di vista, rispondendo alle 11 domande di un questionario (http://93.51.221.52/consultazione4622889111448.aspx). I risultati saranno utilizzati come supporto e rafforzamento delle scelte nazionali che l'Italia farà sul tema dell'etichettatura, che verranno presentate a Bruxelles, in attuazione del nuovo Regolamento sull'etichettatura, che entrerà in vigore il 13 dicembre.
 
L'iniziativa fa parte delle misure di Campolibero della Legge Competitività e ha l'obiettivo di coinvolgere la collettività su una questione decisiva come la trasparenza delle informazioni sugli alimenti. Non si tratta dunque di un questionario puro e semplice, ma di uno strumento di condivisione con i consumatori degli indirizzi politici su una materia che incide sulla vita di ogni giorno. L'etichettatura è uno strumento importante per il patrimonio agroalimentare italiano, così come la valorizzazione dell'origine, che per il Made in Italy è fondamentale.
 
"Se il Ministero ha scelto di fare un sondaggio online per aiutare la UE a prendere una decisione, – dichiarano Michele Menoni e Domenico Pautasso, rispettivamente presidente  e direttore Coldiretti La Spezia – è opportuno che tale sondaggio sia effettivamente sfruttato da tutti per orientare il parere di Bruxelles".
 

Più informazioni su