laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

I dieci minuti finali non possono cambiare i giudizi e le sensazioni positive

Più informazioni su

Juande, fatale disattenzione per lui a Trapani – Foto Patrizio Moretti.

Proviamo per un attimo a riavvolgere il video di Trapani – Spezia, fermiamoci al 39° del secondo tempo e descriviamo sensazioni e giudizi a quel punto della gara. 

LA SPEZIA – Proviamo per un attimo a riavvolgere il video di Trapani – Spezia, fermiamoci al 39° del secondo tempo e descriviamo sensazioni e giudizi a quel punto della gara.

Avremmo parlato di uno Spezia tosto e cinico, che strappa una vittoria pesante dimostrando una maturità sempre maggiore.

Avremmo parlato di ennesima conferma, che la strada è quella giusta e che nonostante cambino gli interpreti offensivi, oggi si è tornati a Catellani – Situm, poi Cisotti e Giannetti, la squadra riesce sempre a trovare il modo di esprimere un buon calcio nel reparto, pur non segnando tantissimo.

Ci saremmo dilungati sulla solidità difensiva, per aver concesso un paio di opportunità ai padroni di casa che, normalmente, tra le mura amiche ne produconoun numero elevato.

Facciamo invece trascorrere questi dieci minuti finali e rivediamo ciò che non è andato, magari provando a classificarlo nell’imprevedibilità del calcio, un po’ come, saggiamente, ha fatto Nenad Bjelica a fine gara.

La stessa imprevedibilità che trasforma un cambio sensato come quello traCatellani Giannetti, in una sfortunata successione di eventi, dalla gomitata diTerlizzi alla medicazione a bordo panchina, al cambio della maglietta.

E’ ancora fuori dal campo Giannetti quando Valentini ferma Nadarevic sulla fascia, nell’unica occasione in cui riesce a liberarsi nel secondo tempo.

Qui cominciano i guai, il successivo cross dell’esterno offensivo viene girato in rete da Barillà, in verità lasciato abbastanza solo di colpire, fatto inusuale per la nostra difesa.

Ne conseguono una serie di errori da parte di chi, sino a questo momento del campionato, ne ha compiuti veramente pochi, Juande e Migliore.

Concausa dei loro errori è sicuramente il forte vento che spirava al Provinciale, ma in questi casi è necessario usare maggiore attenzione rispetto al solito e quindi fa bene Bjelica a non trovare scuse e a chiedere solo più concentrazione ai suoi.

Giusto anche sottolineare la voglia di reagire della squadra, anche dopo aver presodue gol in due minuti, quella voglia che, ad esempio, non si era vista a Modena, in quella che sembra una gara di un secolo fa come atteggiamento e solidità del collettivo.

Sette risultati utili consecutivi sono parecchi visto l’equilibrio di questo campionato, non può e non deve essere una battuta d’arresto a minare le sicurezze del gruppo.

Le ingenuità commesse nei minuti finali del Provinciale difficilmente sono destinate a ripetersi, giusto però anche sottolineare quali possano essere i punti sui quali la squadra ha bisogno di migliorare.

Nelle ultime giornate specialmente, i gol sono arrivati su calci da fermo o su azioni derivanti da questi, ma le qualità dei singoli che compongono il reparto offensivo possono arrivare spesso al gol su azione.

Quindi più che un problema strutturale della squadra, può essere solo determinato dal periodo storico, nel quale Catellani, l’uomo in più di inizio campionato, non ha giocato, ed il periodo di rodaggio post infortunio di Giannetti, sembra protrarsi più del dovuto.
Bisognerà verificare la tenuta fisica di Ebagua, ma è tornato anche Situm eCisotti sembra essere uomo adatto a sparigliare situazioni come quelle di ieri, specie sui terreni in sintetico.

Ovvio che serva maggiore attenzione nel reparto difensivo, laddove il traguardo di vittorie importanti si intraveda già all’orizzonte.
Inoltre, nonostante la buona prova di Schiattarella, inevitabile serva far crescere un elemento come Bakic, in grado di cambiare passo a centrocampo e creare situazioni interessanti in fase offensiva.

Intanto sabato arriva il Cittadella, più croce che delizia al Picco negli ultimi anni, avremo tempo di parlarne.

Enrico Lazzeri – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it/

Più informazioni su