laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La Tarros non riesce a domare le pantere

Più informazioni su

Sconfitta e passo indietro per i bianconeri che non replicano le belle prestazioni delle scorse giornate e si arrendono al Savigliano, perdendo così la vetta del girone

LA SPEZIA – “Non avremmo meritato di vincere”: onesta, come sempre, l'analisi del Presidente bianconero Danilo Caluri che, nell'immediatezza della sconfitta contro il Savigliano, non si nasconde e non cerca scuse: “Oggi abbiamo fatto un passo indietro a livello di prestazione: siamo stati poco attenti, poco cinici ed abbiamo difeso male; se avessimo giocato così avremmo perso anche le scorse partite. Peccato, perchè il match di oggi, come avevo detto, era cruciale in quanto avrebbe potuto fare da spartiacque, permettendoci di lasciare le altre squadre indietro; ora, invece, ci troviamo a braccetto con un bel gruppo di formazioni. Non abbiamo avuto la maturità necessaria per dare una scossa al girone. Peccato davvero”.
 
Troppi errori, momenti di “smarrimento” e poca cattiveria agonistica non hanno permesso, oggi, alla Tarros di ripetere le belle prestazioni recenti ed aggiudicarsi un match che non era impossibile fare proprio.
Il Savigliano parte con il piede giusto e, dopo una fase iniziale di studio, mette insieme un piccolo bottino che gli permette, a metà frazione, di essere avanti di 7 lunghezze. L'altra  metà del tempino, però, è a favore della Tarros e così al termine dei primi 10 minuti il divario tra le due formazioni resta sempre di 7 punti, ma ad essere avanti sono gli ospiti. Il secondo quarto inizia con grande equilibrio, poi sono i padroni di casa a trovare qualche canestro in più e a portarsi ad un solo punto dagli avversari quando mancano 2'45” alla pausa lunga. Ci sarebbe ancora molto tempo a disposizione, ma a dominare, da una parte e dall'altra, sono gli errori. Prima del rientro negli spogliatoi a gonfiare la retina è solo un canestro, che porta la firma di Edoardo Nesti e permette alla Tarros di chiudere i primi 20' sul +3. Vantaggio davvero esiguo che, infatti, viene subito neutralizzato al rientro sul parquet. La parità resiste sino a metà tempino, poi i bianconeri smarriscono la via del canestro: sono solo 3 i punti che riescono a realizzare dal 35' al 40', tra l'altro tutti dalla lunetta. Dall'altra parte il Savigliano non fa molto meglio, ma è in grado, comunque, di mettere insieme 9 punti, chiudendo così la frazione sul +6 (48-42).

La partita resta apertissima. I piemontesi cercano di difendere l'esiguo ma prezioso vantaggio, ma a 5' dalla sirena gli ospiti riescono a ristabilire la parità. Ora si prosegue punto a punto, avanti ora gli uni, ora gli altri, ma senza che nessuna delle due squadre riesca a trovare il break decisivo: è un continuo botta e risposta. Vincerà chi farà meno errori e purtroppo alla Tarros risulteranno fatali una palla persa ed un fallo tecnico ad un giro di lancette dalla fine. I titoli di coda scorrono qui, anche se i bianconeri le tenteranno tutte, fallo sistematico compreso, per provare, almeno, a giocarsi la carta dell'overtime. Nulla di fatto: alla sirena il tabellone segna 70-66. Per gli spezzini arriva una sconfitta che significa perdita della leadership del girone.

La marcia dovrà riprendere subito. Domenica si torna a giocare tra le mura amiche: al PalaSprint arriva il Moncalieri.

TECNOPOL SAVIGLIANO – SPEZIA BASKET CLUB TARROS: 70-66 ( 14-21; 29-32; 48-42)

TECNOPOL SAVIGLIANO: Marcello 15, Giusto 12, Sena 12, Sacco 13, Agbogan 7, Gallo n.e., Testa 3, Nicolucci 2, Mondino 6, Amateis n.e. Coach Andrea Fiorito

SPEZIA BASKET CLUB TARROS: Santoni 15, Ferrari 8, Fazio 16, Nesti 14, Seravalli 6, Pipolo 5, Pedrelli n.e., Dalpadulo 2, Bucci 0, Manzini 0. Coach Marco Mori

Più informazioni su