laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Gronda di Genova. Paita: “Sorpresa per richiesta di rinvio della Società Autostrade per conferenza dei servizi”

Più informazioni su

GENOVA – “Comprendo le difficoltà del Ministero delle Infrastrutture che probabilmente non poteva fare altro, ma resto sorpresa per il rinvio della conferenza dei servizi  sull’iter della Gronda autostradale di Genova fissata in un primo momento il 12 dicembre e ora slittata al 23 gennaio dell’anno prossimo, come richiesto in modo unilaterale dalla società Autostrade, nonostante il parere contrario della Regione”. Lo comunica l’assessore alle infrastrutture della Regione Liguria Raffaella Paita.

“La proroga è stata concessa dal Ministero – dice Paita – sulla base di una richiesta  presentata dalla Società Autostrade per il mancato accordo con Ilva sull’attraversamento dello stabilimento di Cornigliano, necessario per poter conferire le terre da scavo nel canale di calma dell’aeroporto, come previsto  nel progetto della Gronda approvato dalla Valutazione di impatto ambientale nazionale”.

“Fino ad oggi – spiega Paita – sono intercorsi numerosi contatti tra Ilva e Società Autostrade, sotto l’egida della Regione, in quanto le Autostrade insistevano su una soluzione considerata da Ilva incompatibile con il ciclo produttivo dello stabilimento”. “E’ stata una sorpresa – continua Paita- apprendere di una richiesta di rinvio presentata dalla Società Autostrade in modo unilaterale, e soprattutto mentre sono ancora in corso i contatti tra Autostrade, Ilva e Regione che avrebbero portato nel giro di poco ad una soluzione.  Secondo l’assessore Paita c’erano le condizioni per procedere con i tempi previsti e valutare successivamente tutti gli elementi, “tanto piu’ che il Ministero dell’ambiente, nella pronuncia di valutazione di impatto ambientale, aveva chiaramente detto che ulteriori approfondimenti potevano essere effettuati dopo la conclusione dell’iter della conferenza dei servizi, in sede di progettazione esecutiva”.

Più informazioni su