laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Aria Festival 2014 a Vernazza, 19 e 20 dicembre

Più informazioni su

LA SPEZIA – Grande musica, una location straordinaria, un contributo concreto alla ricostruzione del borgo. Sono questi i macro ingredienti di Aria Festival 2014 a Vernazza, giunto alla terza edizione invernale e organizzato dalla società spezzina Artificio23. In programma due concerti di grande fascino, coinvolgimento e livello artistico, Gino Paoli con Danilo Rea e Paolo Fresu con Daniele Di Bonaventura, all’interno della bellissima Chiesa sul mare Santa Margherita di Antiochia. I concerti saranno gratuiti, ma con la possibilità di prenotare i posti con una donazione alla Onlus Vernazza Futura per la ricostruzione della perla delle Cinque Terre, duramente colpita dall’alluvione del dicembre 2011. Durante i due giorni di Aria Festival, tutto il paese si vestirà di musica e luci, grazie ad un allestimento ad hoc progettato e realizzato da Artificio 23; negozi, bar e ristoranti saranno aperti, con piccoli inserti musicali all’ora dell’aperitivo; sarà possibile ascoltare i concerti di Paoli e Rea e Fresi e Di Bonaventura anche all’esterno della chiesa, grazie all’impianto di amplificazione diffuso, guardando il mare e sorseggiando un buon bianco delle Cinque Terre. Un Festival da vivere a pieno, con gli amici e la famiglia, all’insegna della qualità, della magia del luogo e del calore dell’atmosfera prossima al Natale. Vernazza è facilmente raggiungibile in treno, si sconsiglia di utilizzare l’auto.


 
I concerti: Gino Paoli con Danilo Rea e Paolo Fresu con Daniele Di Bonaventura
Venerdì 19 dicembre concerto di Gino Paoli e Danilo Rea in “due come noi che…”, un viaggio emozionale nella musica d’autore italiana rivista in chiave jazz, un concerto unico per suggestione e interplay tra una grande voce e autore ineguagliabile e un pianista tra i più brillanti della scena jazz internazionale; sabato 20 dicembre sarà la volta dell’incontro tra Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura, un incrocio tra tromba e bandoneon, due voci limpide e intense che affondano le radici nella tradizione italiana e nella musica etnica mediterranea e, con un nuovo vestito tra il jazz e l’elettronica, diventano musica del mondo.


 
La location e la possibilità di prenotare i posti sostenendo la ricostruzione
La chiesa di S. Margherita di Antiochia, riscaldata, illuminata e allestita per l’occasione, si trasforma in un perfetto set per concerti, un luogo intimo e antico, dall’acustica ottima. La capienza è di soli 400 posti. L’ingresso è gratuito, ma è possibile prenotare un posto all’interno della Chiesa facendo una donazione (a partire da dieci euro per Fresu /Di Bonaventura, e 20 euro per Paoli /Rea) sul sito della vernazzafutura.it: un’operazione facile, veloce e sicura, con pochi click. Saranno comunque disponibili per il pubblico anche posti senza prenotazione. La Onlus Vernazza Futura si è occupata, e si occupa ancora, della ricostruzione di Vernazza duramente colpita dall’alluvione del dicembre 2011. Le somme raccolte, escluse alcune spese, saranno destinate alla Parrocchia di S. Margherita di Antiochia per il completamento del tetto.
 

Le dichiarazioni
Enzo Resasco, Sindaco di Vernazza: “Il Comune ha sempre sposato la filosofia di Aria Festival, lavoriamo per reintrodurre la cultura alle Cinque Terre. Gino Paoli torna a Vernazza dopo l'ultimo concerto negli anni 80, lui veniva spesso con De Andrè: sembra che abbia composto “La Gatta” proprio a Vernazza.”
 
Francesca Salmonese, delega alla cultura del Comune di Vernazza: “Sottolineiamo il grande spessore culturale del Festival e l’intesa tra Comune e gli organizzatori”
 
Leonardo Pischedda, Direttore Artistico: “Esploriamo le Cinque Terre in inverno, quando il paese è a misura abitabile. I concerti sono molto belli: troviamo Gino Paoli in un’inedita versione “crooner” sostenuta dalla purezza della tessitura del piano di Rea e il percorso di contaminazione tra generi di Fresu e Di Bonaventura. Come è nella nostra filosofia faremo allestimento che valorizza il luogo, il paesaggio e l'architettura.”
 
Luca Natale, Parco delle Cinque Terre: “Piccolo è bello; Aria Festival è rispetto per il territorio, esempio di un'ottima educazione turistica con la valorizzazione della bellezza delle Cinque Terre di inverno che è impagabile.”
 
Gli organizzatori: Artificio23
Artificio 23 nasce nel 2003. La società è costituita da un gruppo di artisti e organizzatori che lavorano insieme ormai da 12 anni per progettare e produrre progetti originali, soprattutto in spazi non teatrali, tutti connotati da una forte attenzione alla contemporaneità, con lo sguardo costantemente rivolto all’evoluzione delle nuove forme dei linguaggi nello spettacolo, all’incontro e agli incroci tra i diversi vocabolari creativi, all’innovazione anche delle modalità organizzative e di comunicazione.
L’obbiettivo di Artificio 23 è raggiungere un pubblico vasto e popolare, dai bambini agli adulti, ai giovani in particolare, sempre elaborando e proponendo occasioni di qualità capaci di distinguersi in un panorama troppo spesso omologato.
Stretti legami si sono stabiliti nel tempo con gruppi di video artisti, coreografi e danzatori, grafici, musicisti, scrittori, artisti multimediali e compagnie internazionali con cui Artificio23 da vita a progetti e produzioni fuori dagli schemi.
Tra le manifestazioni ideate e realizzate: Festival di Teatro Urbano di Senigallia, Grande Festa per Il Capodanno 2005 in Piazza Maggiore a Bologna (circa 20.000 spettatori); varie produzioni di teatro per luoghi pubblici: VUOTOCREATIVO per il Festival della Mente nella Città di Sarzana (con il famoso funambolo Ramon Kelvink Jr.); HORROR VACUI e I PRODOTTI, in coproduzione artistica con la compagnia Balletto Civile; inoltre dal 1998 a oggi artificio23 ha progettato e realizzato l’Andersen Festival a Sestri Levante la cui ideazione e direzione artistica è di Leonardo Pischedda.
Il festival, che a partire dal 2007 è stato affiancato da Aria Festival, in altri siti del levante ligure, è il primo festival in Italia dedicato agli spettacoli per luoghi pubblici, e ha ospitato a tutt’oggi più di mille fra spettacoli e produzioni.
(andersenfestival.it _ ariafestival.it_ artificio23.it)

Più informazioni su