laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Danneggiamento, interruzione servizio pubblico e ricettazione

Più informazioni su

SANTO STEFANO MAGRA – A Santo Stefano di Magra (SP), è stata segnalata all’ENEL la pericolosità per un palo della luce instabile in via Togliatti e che, fin da subito, ha allarmato alcuni cittadini in quanto, lo stesso palo, si presentava pericolante e non si poteva escludere che sarebbe caduto sulla pubblica via. L’intervento dell’ENEL, avvenuto domenica nel primo pomeriggio, ha garantito la messa in sicurezza dell’area con conseguente sostituzione del palo e ripristino della linea elettrica dopo circa 4 ore di interruzione del servizio. Avvisato dell’accaduto il Comando di Polizia Locale, con a capo il Comandante Flavio Toracca, sono iniziate le indagini da parte degli agenti, al fine di risalire al responsabile od ai responsabili del danneggiamento.


Da alcuni reperti rinvenuti sul posto, il personale di polizia intervenuto, ha immediatamente capito che si trattava di un sinistro stradale. Grazie agli stessi reperti, è stato possibile inoltre risalire al tipo di veicolo. Poiché, l’auto coinvolta, una VW Golf, considerata la dinamica del sinistro ed i danni causati, non poteva essere troppo lontana, in quanto sicuramente non marciante, la Polizia Municipale ha passato al setaccio la zona ed in poche ore le indagini hanno dato esito positivo. A qualche centinaia di metri, dietro ad un ricovero attrezzi, gli agenti hanno notato un telo di colore blu e sotto al telo la Golf sinistrata. La posizione dell’utilizzatore del veicolo R.V. trentaseienne santostefanese, è al vaglio degli inquirenti della Polizia Municipale di Santo Stefano di Magra per quanto riguarda il danneggiamento del palo ENEL e per l’interruzione del servizio pubblico dell’energia elettrica.


Nel corso delle indagini sul veicolo rinvenuto, la Polizia Locale, ha inoltre notato all’interno dell’area recintata adiacente allo stesso veicolo ed in uso al trentaseienne, una telecamera il cui aspetto ha insospettito gli agenti. Si trattava infatti di una telecamera molto particolare e dai colori mimetici che inequivocabilmente corrisponde a quella delittuosamente asportata al Comando di Polizia Locale circa un anno fa a seguito di numerose indagini effettuate proprio con l’ausilio di tale mezzo. Ottenuta l’autorizzazione dal Magistrato dott. Luca Monteverde, gli agenti sono entrati nella proprietà ed hanno sequestrato la telecamera. E.V. è stato quindi deferito all’autorità giudiziaria per ricettazione.


Più informazioni su