laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Campagna prevenzione esposti amianto

Più informazioni su

Masia Roberto, Sommovigo Pierluigi

LA SPEZIA – "La Spezia risulta essere tra le città italiane la più colpita percentualmente  da patologie  amianto correlate (mesotelioma pleurico).

La previsione effettuata dagli organi sanitari della Regione Liguria prevede nei prossimi anni il picco di incidenza massima del manifestarsi della patologia.

Presso l'Asl 5 opera da tempo un  apposita task-force con l'obbiettivo di studiare ed applicare sui pazienti le nuove strategie  diagnostiche e terapeutiche che emergono in ambito nazionale ed internazionale.

Per quanto sopraesposto  il Consiglio Comunale  della Spezia con un OdG presentato dai consiglieri Masia e Sommovigo e condiviso da tutti i gruppi consiliari chiede al Sindaco  che venga programmata una campagna di monitoraggio e prevenzione sanitaria  per tutti i cittadini esposti direttamente ed indirettamente ( famigliari  entrati in contatto con le fibre presenti negli abiti da lavoro portati all'interno delle abitazioni) e che venga convocata l'apposita Commissione  Consigliare al fine di audire i vertici dell'Asl 5 in modo di conoscere gli esiti del lavoro della task-force e concordare con gli stessi l'iniziativa sulla prevenzione sanitaria.
Nella stessa giornata sono stati approvati altri due OdG inerenti la problematica dell'amianto, anche questi presentati  dai consiglieri Masia ( indipendente di sinistra) e Sommogivo ( PdCI).
Nel primo a similitudine di analoga iniziativa Parlamentare del PSI,  al fine di permettere ad una platea ben più vasta di lavoratori di usufruire dei benefici derivati dalla rivalutazione del periodo di esposizione all'amianto ai fini pensionistici, si impegna  il Sindaco e la Giunta a farsi parte attiva affinchè il Governo e il Parlamento italiano valutino la possibilità di prevedere, anche adottando gli opportuni strumenti normativi e le necessarie coperture economiche, la riapertura dei termini di decadenza per la presentazione all'INAIL della domanda di rilascio della certificazione di esposizione all'amianto,  fissata alla data di entrata in vigore del decreto di attuazione.

Così facendo si superebbe anche la  palese ingiustizia nei confronti di tutti quei lavoratori esposti all'amianto che non hanno potuto accedere ai benefici previsti dalla normativa in vigore considerando anche il fatto che purtroppo, per quasi un decennio, sono rimasti inattuati aspetti fondamentali della legge, come la mappatura della presenza dell'amianto nel nostro Paese, la previsione dei piani regionali di bonifica e la creazione del registro degli ex esposti.

Con l'altro Odg ricordando l'ottimo risultato del progetto “Eternit free” che prevedeva la bonifica delle coperture in eternit e la loro sostituzione con pannelli fotovoltaici grazie ai fondi messi a disposizione dal Governo del 2011 denominati "extraincentivo" e alla quale nel passato aveva aderito anche la Regione Liguria( campagna che vedeva la partecipazione degli enti locali e delle associazioni di categoria al fine di eliminare dunque una sostanza pericolosa per la salute e a contribuire grazie alla tecnologia fotovoltaica ad un uso più razionale dell'energia oltre che ad una riduzione della bolletta energetica) e tenuto conto che anche l'indirizzo attuale del Piano Energetico Regionale muove verso un aumento dell'efficienza energetica, il Consiglio Comunale chiede all'Amministrazione di farsi parte attiva affinchè il Governo predisponga opportuni fondi economici che reintroducano il meccanismo dell'extraincentivo che tanto efficace si è rivelato in passato."

Più informazioni su