laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Solidarietà e speranza verso il Natale

Più informazioni su

Notizie della Diocesi.

LA SPEZIA – Domani 8 dicembre la Chiesa celebra l’Immacolata Concezione. Con questa solennità, una festa di precetto da sempre molto sentita tra i fedeli, inizia nella tradizione popolare il periodo più prossimo al Natale.  Non a caso proprio domani si allestiscono i primi presepi, e ad esempio, come riferiamo a parte, si accende a Manarola il grande presepe illuminato sulla collina. Anche per la diocesi della Spezia – Sarzana – Brugnato, e in particolare per il vescovo monsignor Luigi Ernesto Palletti, inizia il periodo più intenso delle celebrazioni prenatalizie. Domani 8 dicembre, alle 10, Palletti presiederà, secondo la consuetudine antica, la Messa pontificale nella chiesa abbaziale di Santa Maria Assunta della Spezia, già pro–cattedrale della diocesi. Martedì 9 dicembre inizierà le visite augurali ai luoghi di lavoro, una tradizione sempre seguita dai suoi predecessori e subito fatta propria dall’attuale vescovo sin dal momento del suo ingresso in diocesi. Martedì Palletti visterà il porto mercantile e le tante persone che lavorano in quello che, oggi, è il cuore pulsante dell’economia cittadina ed anche provinciale. Mercoledì 10 dicembre, che è anche la festa della Madonna di Loreto, patrona dell’aeronautica, il vescovo si sposterà dalla parte opposta del Golfo e, a Cadimare, celebrerà alle 11 la Messa nella base spezzina dell’Aeronautica militare. Giovedì, al mattino, sarà all’Oto Melara, altra importante azienda del territorio spezzino, mentre nel pomeriggio incontrerà dirigenti e maestranze di due aziende dell’area retroportuale di Santo Stefano Magra: la Sitep e la Contrepair. Venerdì mattina il ciclo degli incontri prenatalizi del vescovo proseguirà alla Spezia alla “Mbda” (ancora nel gruppo Finmeccanica – Oto Melara), alla Tarros, alla Termomeccanica italiana ed alla sede operativa dell’Enel. Monsignor Palletti concluderà la settimana, domenica prossima, celebrando Messa alle 12 per il gruppo Alpini della Spezia, nella sede delle associazioni d’arma, in viale Amendola. Dell’incontro di sabato sera con i giovani della diocesi parliamo invece a parte. La tradizione di questi incontri del vescovo, oltre a sottolineare il messaggio di umanità e di speranza insito nell’evento del Figlio di Dio che si fa uomo, è sempre occasione per confermare la vicinanza e l’impegno della Chiesa con il mondo del lavoro e con quello dell’associazionismo, tanto più in un periodo prolungato di crisi come l’attuale, crisi che coinvolge da anni la città della Spezia e il suo territorio.

Pellegrinaggio mariano alla pieve millenaria di san Venerio
Quasi duecento persone hanno partecipato ieri mattina (7 dicembre), nonostante la pioggia a tratti, al pellegrinaggio mariano del primo sabato del mese, che ha fatto tappa all’antica pieve di San Venerio. Partiti dalla parrocchia del Cuore Immacolato di Maria al Favaro, i pellegrini hanno raggiunto la pieve recitando il rosario meditato.
Commentando il vangelo del giorno, il vescovo Luigi Ernesto Palletti ha sottolineato che Gesù percorse molte città e villaggi, insegnando nelle sinagoghe e annunciando il vangelo del Regno. Lungo il cammino, il Signore incontrò tanti malati e ne ebbe misericordia, guarendoli da malattie fisiche e spirituali.
Vedendo le folle che si accalcavano per incontrarlo, Gesù ne aveva compassione “perché erano stanche e sfinite, come pecore che non hanno pastore”. Da qui, l’invito ai suoi discepoli: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!». Questo – ha ricordato Palletti – richiama l’intenzione principale dei pellegrinaggi mensili diocesani, che è la richiesta di numerose e sante vocazioni alla vita sacerdotale e consacrata.
Commentando il mandato ai dodici apostoli, Palletti ha sottolineato l’importanza della predicazione e della misericordia, specie verso i più bisognosi. Gesù, infatti, dopo aver dato ai dodici “potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità”, li inviò, ordinandogli di rivolgersi “alle pecore perdute della casa d’Israele”. E ancora: «Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date».
Monsignor Palletti ha infine preso spunto dal salmo responsoriale (“Beati coloro che aspettano il Signore”) per invitare i fedeli ad approfittare del tempo dell’Avvento per prepararsi al Natale. «Il Natale è l’incontro personale con Gesù, Dio che viene ad abitare tra gli uomini. E all’incontro bisogna arrivare preparati personalmente e spiritualmente».

Pastorale giovanile, l’incontro di Avvento
 «L’Avvento: un bel bricco di caffè spirituale per restare svegli»: è significativa e simpatica la metafora che la Pastorale giovanile della diocesi ha scelto, sulla sua pagina Facebook, per richiamare l’attenzione di tutti sul periodo “forte” dell’anno liturgico che stiamo vivendo, in vista del Natale, e per annunciare, anche quest’anno, l’incontro di meditazione cui sono invitati i giovani e le giovani di tutte le parrocchie. L’incontro, organizzato appunto dall’ufficio diocesano per la Pastorale giovanile, si terrà sabato prossimo  13 dicembre alla Spezia, nei locali della parrocchia di San Paolo alla Pianta. L’appuntamento è per le 19. All’incontro, che si concluderà poi con una cena insieme, sarà presente monsignor Luigi Ernesto Palletti. Una presenza importante, quella del vescovo, che ricorda il primo incontro con la sua nuova diocesi, nel dicembre di due anni or sono. L’incontro dei giovani, già previsto in calendario, si teneva a Sarzana alla vigilia dell’ingresso ufficiale di monsignor Palletti, e così il nuovo vescovo volle essere presente, per la prima volta ad una iniziativa pastorale diocesana, accolto con grande gioia e partecipazione. Per l’incontro di sabato prossimo è stato predisposto anche un “ashtag” su twitter: #aspettandoil13dicembre.

Concorso per il più bel presepe  
 Natale è alle porte, e puntualmente, come ogni anno, l’ufficio diocesano per l’Arte sacra e per i beni culturali, diretto da monsignor Paolo Cabano, ha indetto il concorso per il ‘Presepe cristiano 2014’, che la diocesi organizza ormai da anni insieme alla società “Dante Alighieri” della Spezia. Come negli anni scorsi, possono partecipare al concorso i presepi – tradizionali o cosiddetti “moderni” – allestiti da persone singole, da famiglie, da enti e da associazioni, da comunità, da scuole e dalle parrocchie. Le domande, in carta libera, devono pervenire, in modo tassativo entro martedì 23 dicembre, al seguente indirizzo: Curia vescovile – Concorso presepi – Via Don Minzoni 64 – 19121 La Spezia. Possono essere consegnate a mano, inviate per posta oppure anche via fax al numero 0187.732.187 o via mail all’indirizzo posta@diocesilaspezia.it. Un’apposita commissione visiterà tutti i presepi partecipanti nel periodo tra il 27 dicembre e il 10 gennaio. Pertanto i presepi devono restare allestiti per tutto il periodo indicato. I premi in palio, anche quest’anno, sono numerosi.* Intanto, sempre a proposito di questa antica e bella tradizione cristiana, innervata nelle radici culturali della terra italiana, la parrocchia di Lerici organizza, a partire da domani, una mostra “Presepi del mondo”, allestita nell’oratorio di San Bernardino, adiacente alla Chiesa di San Francesco in Lerici, circa ottanta presepi, che una signora lericina ha raccolto in varie parti del mondo e che ha gentilmente messo a disposizione della parrocchia. Si tratta di presepi artigianali di pregevole fattura. La mostra, allestita con grande cura, comprende anche l’esposizione di preziose reliquie e artistiche tovaglie. Le visite saranno possibili nei giorni festivi e prefestivi, con orari che sono consultabili all’entrata delle chiese di San Francesco e di San Rocco.

Tornano le “Sentinelle”  
Sabato prossimo 13 dicembre tornano le Sentinelle in piedi, con una veglia che si terrà alla Spezia, in Piazzetta del Bastione, dalle 16 alle 17. Come per le veglie precedenti, i partecipanti si disporranno a scacchiera, a distanza di circa un metro l’uno dall’altro, e leggeranno un libro in piedi in silenzio. In questo modo, le Sentinelle daranno la propria testimonianza, pubblica e pacifica, in favore della famiglia e della libertà di espressione, contro la propaganda del “gender”, che si sta diffondendo in particolare nelle scuole, e contro il disegno di legge Scalfarotto, cosiddetto sull’ “omofobia”. La manifestazione è aconfessionale e apartitica, ed è aperta a chiunque ne condivida gli ideali. Non sono ammessi simboli né vessilli di alcun genere. La rete delle Sentinelle, avviatasi diversi mesi or sono, si sta diffondendo su tutto il territorio nazionale. Il 13 dicembre, in contemporanea con Spezia, veglieranno Roma, Milano, Brescia, Bolzano e Forlì.

Il grandioso presepe di Manarola compie cinquant’anni  
Cinquant’anni di luci di Natale sulla collina detta delle Croci: il grandioso presepe di Manarola, già entrato nel Guinness dei primati, celebra oggi mezzo secolo di vita e si propone ancora messaggero di pace e veicolo d’amicizia e di solidarietà. Il presepe, oggi sostenuto dal Parco nazionale delle Cinque Terre, è allestito ogni anno dal pensionato delle ferrovie Mario Andreoli nella collina aperta sul mare, e si compone di duecentocinquanta figure, dislocate su un’area di ben quattromila metri quadri. Per la ricorrenza odierna, per la prima volta il Parco, a partire dalle 17 e per novanta minuti, manderà in diretta via satellite l’evento dell’accensione del presepe. Grazie alla tv diocesana Tele Liguria Sud, il segnale del satellite sarà accessibile a tutte le tv del circuito Corallo (settanta emittenti in tutta Italia) che trasmetteranno l’evento in diretta o in differita. Tele Liguria Sud, ovviamente, lo irradia in diretta, con notizie e servizi sulla storia del presepe e sugli eventi a corollario della manifestazione: in Liguria sul canale 19, in Toscana sul 172. Trenitalia, in accordo con la Regione Liguria e la consulta regionale per i diritti della persona, prevede la fermata straordinaria a Manarola per due treni regionali, alle 14.53 per quello proveniente da Genova, alle 19.13 per quello proveniente da Santo Stefano Magra.

Immacolata, Pontificale
Domani, solennità dell’Immacolata Concezione, com’è tradizione il vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti presiede alle 10 la Messa pontificale nella chiesa abbaziale di Santa Maria Assunta alla Spezia, chiesa madre della città.

Immacolata, concerti
Domani alle 21 a Sarzana, nella chiesa di San Francesco, tradizionale “concerto dell’Immacolata”. Lo tiene quest’anno la corale “San Colombano” della cattedrale di Brugnato, diretta da Marco Bugliani, con Andrea Vulpani all’organo. Saranno raccolti fondi per i bambini del Salvador. Concerto dell’Immacolata, questa sera alle 21, anche a Piana Battolla, nella chiesa parrocchiale Sarà presente il vescovo Palletti.

Ingressi di nuovi parroci
Domani 8 dicembre, alle 16, nella chiesa di Santa Maria Maddalena di Castelnuovo Magra, avrà luogo l’ingresso solenne del nuovo parroco don Alessandro Chiantaretto. Venerdì alle 18 pure don Carlo Cipollini farà l’ingresso a Luni mare e il giorno successivo alle 15.30 lo farà a San Lazzaro. Il vescovo Palletti presiederà le Messe con il rito dell’immissione in possesso.

”Questa famiglia …”  
Mercoledì alle 16, alla Spezia, nel salone “Fanelli” della cattedrale di Cristo Re, l’Azione cattolica diocesana organizza un incontro di riflessione per le persone della terza età. Don Pietro Milazzo, assistente unitario dell’associazione, parlerà sul tema “Questa famiglia, la conosciamo ?!”. Seguirà un momento conviviale.

Celebrazione a Roverano
Domani 8 dicembre, alle 15.30, in occasione dell’Immacolata, processione mariana dal Termine di Roverano sino al santuario. Alle 16 Messa di don Mikhail Cereghino, sacerdote novello.

Un libro su Bernardini
Martedì alle 17, alla Spezia, l’Accademia “Capellini” presenta, nella sua sede di via XX Settembre 148, un libro sullo scultore spezzino Italo  Bernardini. A presentarlo sarà il vice presidente dell’Accademia Sergio Cozzani. Sono previsti interventi del vescovo Luigi Ernesto Palletti, della studiosa Raffaella Fontanarossa e di Marco Bernardini, figlio dello scultore.

Adorazione eucaristica
  Giovedì11 dicembre, a Sarzana, Adorazione eucaristica mensile per le vocazioni. Inizio alle 21 nella chiesa del seminario diocesano, in via Mascardi.

Cena per il … cuore  
Giovedì 11 dicembre, alle 20.30, al Sailor’s club della Marina Militare della Spezia, si svolge “Auguri… di cuore“, cena benefica a favore dell’associazione “Laspeziacuore”, che opera nel campo della prevenzione cardiovascolare ed a sostegno del reparto di cardiologia dell’ospedale. L’offerta è di venticinque euro a persona. Il locale si trova nell’area militare con accesso da via XV Giugno ed ampia possibilità di parcheggio. Per info e prenotazioni tel.: 342.0999774; 348.4556490.

Concilio e libertà religiosa
 «La dichiarazione “Dignitatis Humanae” e l’insegnamento dei Papi sulla libertà religiosa”: è questo il tema dell’incontro di venerdì 12 dicembre al convegno “Maria Cristina”. Relatore sarà Egidio Banti. Appuntamento alle 17 nella sala “Silvestri” di Casa Massà, alla Spezia.

Don Tiscornia, cento anni  
Stamani  7 dicembre, alle 11, nella chiesa di Ri Basso a Chiavari, viene festeggiato don Nicola Tiscornia, sacerdote di quella diocesi, che compie cento anni e che celebra di persona la Messa. Dal 1938 al 1946 fu arciprete di Maissana, che allora apparteneva a Chiavari. Una delegazione di Maissana sarà presente alla celebrazione odierna. Auguri vivissimi anche da parte nostra.

Più informazioni su