laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Strada dei Santuari. Burlando: «Da oggi progetto e avvio del cantiere»

Più informazioni su

Vicenda di ordinaria burocrazia che si conclude

VERNAZZA – “Finalmente anche questa vicenda, simile a quella del Bisagno – cioè di ordinaria burocrazia – si conclude e oggi possiamo presentare il progetto e l’avvio del cantiere. Cantiere che inizierà con allestimento, sondaggio e altre attività necessarie per fare il progetto esecutivo, per poi passare, tra poche settimane, ai lavori più pesanti. Inoltre, nel corso dei lavori sarà necessario prestare attenzione al Giro d’Italia e permettere che a maggio possa passare, dato che sarà un momento di promozione molto importante per tutta la Liguria. L’obiettivo è che per l’estate prossima questa ferita sia rimarginata e che la strada possa essere riaperta nel suo assetto definitivo”. L’ha detto oggi, sabato 6 dicembre, il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando presentando in conferenza stampa presso la Biblioteca comunale di Vernazza i lavori per il ripristino della viabilità della strada provinciale 51 dei Santuari, insieme con il sindaco Enzo Resasco.

L’intervento è stato commissionato da Regione Liguria e Provincia della Spezia per un totale di 3 milioni 210 mila euro, derivanti da fondi Contratto d’area (1 milione 522 mila euro) e da fondi Cipe (1 milione 687 mila euro). I lavori inizieranno nel gennaio 2015 e l’opera sarà terminata e aperta al transito entro luglio 2015. A causa dell’alluvione del 25 ottobre 2011 la Strada Provinciale 51, che collega le 5 Terre con la val di Vara, è stata interrotta in due punti dove si sono verificati il cedimento della semicarreggiata di valle e la distruzione delle linee di scorrimento delle acque. Gli interventi per ripristinare il transito sono apparsi subito consistenti, sia in termini di progettazione sia di realizzazione delle opere. A seguito del bando pubblico per erogazioni liberali rivolto ai privati per offrire progettazioni e opere, SPEA Ingegneria ha offerto la progettazione preliminare e definitiva delle opere di ripristino della strada. Il progetto prevede la ricostituzione dei due attraversamenti distrutti con la realizzazione di due ponti, oltre alla sistemazione idraulica dello scorrimento delle acque sottostanti. Per le due tratte interessate dai cedimenti della carreggiata è prevista la realizzazione di muri di media altezza, fondati su micropali e fortificati da tiranti. Lungo il tracciato è prevista anche la messa in sicurezza di alcune zone dove sono caduti massi e la posa in opera di una rete chiodata per il loro contenimento. Il progetto definitivo è stato messo in gara dalla Stazione Unica Appaltante della Regione con il metodo dell’appalto integrato ed è stato aggiudicato a una prima impresa ma, a causa di un’informativa antimafia positiva e dopo non poche vicissitudini legate a problemi di giustizia amministrativa, si è proceduto alla rescissione del contratto. E’ stata quindi interpellata la seconda impresa classificata cui sono consegnate in questi giorni le attività di progettazione esecutiva. Il progetto esecutivo sarà sviluppato in trenta giorni, poi dovrà essere validato e approvato; dopo l’approvazione potranno iniziare i lavori per i quali sono previsti 210 giorni.

Per realizzare l’intervento è stata firmata una convenzione tra Regione Liguria e Provincia della Spezia per la gestione associata delle attività finalizzate al ripristino del tracciato stradale.

Più informazioni su