laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Cimino: «La Paita attacca la CGIL e i lavoratori»

Più informazioni su

LA SPEZIA – E’ la segreteria della Camera del Lavoro unita che risponde all’attacco alla CGIL spezzina lanciato da Raffaella Paita nell’intervista sul Secolo XIX del 8 dicembre. Ecco la dichiarazione di Lorenzo Cimino, Carla Mastrantonio, David Nerini, Lara Ghiglione, Rita Ghiglione alla quale si aggiunge Enrico Santini, Presidente del Direttivo provinciale:

“Meravigliano molto le dichiarazioni di Raffaelle Paita, un vero e proprio attacco alla CGIL e ai lavoratori, secondo la quale la decisione di parte dei dirigenti della CGIL di non sostenerla alle elezioni regionali non avrebbe una motivazione politica. Al contrario, le motivazioni sono solo ed esclusivamente politiche. Come è emerso anche durante il confronto con la nostra segretaria generale Susanna Camusso, nel contesto della festa Avanti Popolo a settembre, la candidata Paita condivide apertamente le scelte del Governo Renzi come la riforma del pubblico impiego, la legge di stabilità, l’attacco all’articolo 18 ed allo statuto dei lavoratori con il Jobs Act, dimostrando quindi una lontananza incolmabile rispetto al sentire di dirigenti e iscritti della nostra organizzazione sindacale. Inoltre, non ci convince la sua idea di una amministrazione a vocazione maggioritaria che potrebbe rivelarsi una riproposizione del governo delle larghe intese anche in Liguria e pensiamo che ci sia bisogno di netta discontinuità rispetto all'esperienza Burlando, caratterizzata da una gestione della sanità disastrosa, contributi a pioggia alle imprese senza un progetto di sviluppo organico, poca cura del territorio e carenza delle risposte alle emergenze. Ritenendo prioritario offrire soluzioni ai problemi di disoccupati, lavoratrici e lavoratori, studenti e pensionati, non ci interessano ulteriori bagarre elettorali. Il nostro impegno è naturalmente rivolto allo sciopero generale e alla manifestazione del 12 dicembre: il posto per un candidato votabile da iscritti e simpatizzanti CGIL è in corteo accanto ai lavoratori, contro il job act e la legge di stabilità.”

Più informazioni su