laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Progetto di riqualificazione “Carruggio” di Chiesanuova

Più informazioni su

LEVANTO – Prosegue l’opera di restyling infrastrutturale delle frazioni levantesi concertata con gli abitanti dei piccoli borghi collinari, ad opera dell’amministrazione comunale.
Sabato è stato presentato dai tecnici progettisti il progetto preliminare della riqualificazione e pavimentazione nella viabilità pedonale del “carruggio” della Frazione di Chiesanuova, che inizia dalla parte superiore del borgo (in prossimità della strada provinciale) fino all’estremità più a valle (vicino al Cimitero) per circa 350 metri di lunghezza, 2 metri e mezzo di larghezza circa, per un totale di 760 metri quadrati di superficie.
Il 6 novembre presso l’Oratorio di Chiesanuova si è tenuta l’assemblea (molto partecipata) degli abitanti dove si è  illustrato il progetto preliminare.

“Dall’assemblea – spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Luca Del Bello,– sono emerse diverse indicazioni da parte degli abitanti che sono state inserite nel progetto definitivo, d'altronde l’incontro serviva proprio a questo, recepire suggerimenti”.
“Le indicazioni di chi ci abita sono sempre interessanti perché rappresentano punti di vista ed esigenze mirate. Oltretutto l’abitato di Chiesanuova, non essendo stato inserito nel progetto complessivo di riqualificazione della vallata denominato ‘Terra di mare’, abbisognava di alcuni interventi ad hoc”.

Punti salienti del progetto, la cui realizzazione sarà divisa in tre lotti funzionali (lotto uno 365 mq, lotto due 180 mq, lotto tre 215 mq) , sono  lo spostamento dai lati al centro (con una griglia di sicurezza in superficie) della cunetta di scolo delle acque piovane, che attualmente sta creando problemi, in caso di forti piogge, alle case che si affacciano sul percorso, la conseguente risistemazione delle tubazioni (acqua, fognatura) esistenti nel sottosuolo e l’utilizzazione del cemento architettonico per la pavimentazione.
Il costo complessivo dei tre lotti si aggira su 190.000 euro più le spese di progettazione e circa 40.000 euro accantonati per imprevisti.

Più informazioni su