laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Le Sentinelle in Piedi sabato in Piazzetta del Bastione

Più informazioni su

LA SPEZIA – Sabato 13 dicembre tornano le Sentinelle in Piedi, con una veglia che si terrà alla Spezia in Piazzetta del Bastione, dalle 16 alle 17, anche in caso di maltempo. Come per le veglie precedenti, i partecipanti si disporranno a scacchiera, a distanza di circa un metro l’uno dall’altro, e leggeranno un libro in piedi in silenzio.

In questo modo, le Sentinelle daranno la propria testimonianza, pacifica e pubblica, in favore della famiglia e della libertà di espressione, contro la propaganda del “gender”, specie nelle scuole, e contro il disegno di legge (ddl) Scalfarotto cosiddetto sull’ “omofobia”.

Con il ddl Scalfarotto, chiunque si dica contrario alle adozioni da parte di coppie formate da persone dello stesso sesso o a favore della famiglia fondata sull’unione tra un uomo e una donna rischia l’accusa di “omofobia”, un reato non definito dall'ordinamento giuridico ma che, se il testo diventasse legge, potrebbe punire i colpevoli con il carcere fino a un anno e sei mesi.

Sebbene la legge non sia ancora stata approvata, la censura è già in azione. A Reggio Emilia, un incontro organizzato in una parrocchia con l’obiettivo di spiegare l’ideologia gender e i rischi del ddl Scalfarotto è stato annullato per la polemica innescata da un consigliere comunale che sul suo profilo Facebook ha dichiarato: “Non si danno gli spazi della Parrocchia agli omofobi”. Tanto è bastato per impedire la libera espressione di pensiero in un paese che si dice democratico.

Adele Caramico, professoressa di religione di Moncalieri (To), è stata accusata di omofobia da un suo studente attivista arcigay in seguito ad un dialogo in classe. Dopo la bufera mediatica (e politica) che si è abbattuta sulla professoressa, le indagini interne svolte dal dirigente dello stesso istituto scolastico hanno rivelato la totale falsità delle accuse. Ma nel clima incredibilmente ostile dei giorni successivi all’accusa da parte del giovane, ben poche istituzioni e mezzi di comunicazione hanno avuto il coraggio di cercare la verità, invece di alimentare la caccia alla strega. E nessuno risulta abbia chiesto scusa. Così attendiamo il prossimo mostro da mettere alla gogna.

Nonostante questo clima, alla Spezia, come in tante altre città italiane, c’è un popolo che veglia – in piazza come nella vita – di fronte agli attacchi continui e pervasivi che mirano a ridurre la natura e il cuore dell’uomo.

Il 13 dicembre, in contemporanea con La Spezia, si terranno veglie a Roma, Milano, Parma, Brescia, Bolzano, Rieti e
Forlì.
La veglia delle Sentinelle in Piedi è aconfessionale e apartitica e aperta a chiunque ne condivida gli ideali. Non sono ammessi simboli né vessilli.

Più informazioni su