laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

ACAM: pronunce su flessibilità interna

Più informazioni su

LA SPEZIA – Negli ultimi mesi il Gruppo ACAM è stato chiamato in giudizio da alcuni dei lavoratori che, nell’ambito del Piano di riassetto industriale che il Gruppo ha concordato con i creditori per porre rimedio alla propria critica situazione finanziaria,  sono stati dichiarati in eccedenza e trasferiti  ad altra attività, in particolare al porta a porta in ACAM Ambiente, secondo le procedure previste dalle leggi e dagli accordi stipulati con le Organizzazioni Sindacali.

I lavoratori ricorrenti hanno in generale richiesto alla Magistratura che venisse dichiarata, con provvedimento di urgenza ex art. 700 c.p.c., la illegittimità dei provvedimenti  di demansionamento e di trasferimento adottati dall’Azienda.

Rileviamo che nel corso del 2014   i Giudici del Lavoro del Tribunale della Spezia  si sono già espressi con quattro distinte pronunce su altrettanti ricorsi (proposti complessivamente da una decina di lavoratori), rigettandoli tutti.

Nei motivi delle singole decisioni i Giudici hanno di volta in volta rilevato che:

– il demansionamento è legittimo in quanto è stato previsto negli accordi sindacali e finalizzato a riassorbire i lavoratori in  eccedenza;
– i criteri di scelta dei lavoratori da ricollocare sono altrettanto legittimi perché adottati nel rispetto dei diversi accordi sindacali.

Più informazioni su