laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Quelli delle tecnologie subacquee

Più informazioni su

LA SPEZIA – Un gruppo di vecchi amici che si incontrano per ricordare i tempi passati, quando nell’Arsenale della Spezia era ancora attiva l’officina siluri e nell’allora Mariperman (ora CSSN) fervevano le attività di sperimentazione dei sistemi subacquei. Tempi ormai lontani di molti decenni ma che hanno lasciato ricordi indelebili in chi li ha vissuti.

Gli anni 60 e 70, la guerra fredda, la necessità di ricostruire in fretta capacità di difesa nazionali distrutte nel corso del secondo conflitto mondiale, avevano fatto concentrare a La Spezia un gruppo di uomini, ufficiali, sottufficiali, tecnici ed operai che umilmente, ma tenacemente, contribuirono a ricostruire una capacità nazionale nel settore delle tecnologie subacquee.

Corsi in America, che servirono non solo ad apprendere tecniche, tecnologie e metodi di lavoro sconosciuti nel nostro Paese, formarono un gruppo di professionisti che poteva tranquillamente compararsi con i migliori del mondo occidentale. Un gruppo di persone che, ormai superati da lungo tempo vincoli gerarchici, sente il desiderio di ritrovarsi per ricordare il passato, ma anche per discutere il futuro.

Non solo ricordi, quindi, ma anche idee (anche i vecchi le hanno) su come valorizzare il lavoro fatto, far sì che le esperienze passate non siano dimenticate ma, al contrario, siano utilizzate per migliorare il presente. Conservare un sommergibile alla Spezia a fini didattici e museali, come conservarlo, valorizzarlo e legarlo alla storia della città , così come discutere su una tecnologia sviluppata per applicazioni siluristiche che sta trovando applicazioni in progetti di trasporto passeggeri via mare e perfino nel settore delle macchine agricole, sono stati fra i temi trattati in questo raduno conviviale tenutosi, ormai per tradizione, presso la nota trattoria “I Contadini”.

Una stretta di mano e un augurio natalizio, quindi, ad Ezio Felisa che, dopo aver lasciato la Marina, portò la sua esperienza nel settore petrolifero lavorando per oltre 15 anni in Cina, ad Antonio Bevilacqua decano del gruppo, a Giovanni Marquet instancabile organizzatore di tutti gli eventi, e poi a tutti gli altri: Salvatore Avocadi, Maurizio Boninu, Bruno Cappellini, Nello Cassandra, Libero Ciuffardi, Alessandro D’Andrea, Sauro Da Pozzo, Mario Del Santo, Giuliano Guerri, Nicola Inchingolo, Mauro Magni, Dino Nascetti, Wladimiro Guerrato, Giovanni Pecunia e Luciano Pecunia.

Più informazioni su