laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Una… pioggia di peluche per l’evento benefico del Basket Follo

Più informazioni su

Tifosi e non attesi al PalaMariotti per il lancio dell’orsetto, in occasione del match contro il Trecate

LA SPEZIA – Non solo agonismo, sudore, tensione e voglia di vincere: il basket ha anche un lato meno conosciuto, e non potrebbe esserci clima migliore per mostrarlo di quello natalizio. Sabato pomeriggio alle 18.30, la palla a due della supersfida fra il Basket Follo e il Trecate non sarà come tutte le altre: appena la sfera sarà in aria, per un attimo la gara lascerà lo spazio alla pioggia più tenera che si possa immaginare. Tantissimi orsetti saranno, infatti lanciati dagli spalti in campo, per poi essere raccolti e destinati ai piccoli degenti del reparto di Pediatria dell’ospedale Sant’Andrea della Spezia.

Sarà questo il regalo della società e dei suoi tifosi a chi soffre, grazie ad un’iniziativa che arriva da lontano e promette di regalare un momento di gioia anche a chi vive un momento della sua infanzia in difficoltà: “Come ogni anno – spiega il GM Andrea Amadori – Il Basket Follo è vicino ai bambini ricoverati nel nosocomio spezzino; abbiamo preso spunto da quanto farà la Serie A di Basket, che a sua volta si è ispirata al “Teddy Bear Toss” dell’hockey americano. Sono idee che quando vengono messe in pratica, fanno rumore e sensibilizzano le persone, come dimostra il boom delle visite alla nostra pagina Facebook, schizzata a 17mila contatti. Da sempre il fine solidale e lo sport per noi vanno di pari passo, come hanno dimostrato le precedenti iniziative dedicate ai malati di Sla, agli alluvionati e la partita dei detenuti. Spero che ci sia davvero tanta gente, che arrivi anche solo per lanciare il suo orsetto, anche se non è legata al nostro sport, purtroppo da tanti considerato ancora minore”.  Un’emozione grande non solo per chi li riceverà, ma anche per chi farà questo piccolo, grande atto di amore e generosità. E mentre ci si prepara a ricoprire il parquet di tenerezza e solidarietà, in casa biancoceleste la guardia è vigile sulla supersfida che arriva dopo la batosta in casa dell’Alba: una partita di grande significato, dopo che nell’ultimo turno, proprio gli ospiti hanno scavalcato i follesi, relegandoli al terzo posto (il Trecate è secondo a 16 lunghezze dietro la capolista Alba, mentre il team di Gioan e Fambrini ha all’attivo 14 punti, come Crocetta e Spezia). Il match, che sarà diretto da Federico Berger di Savigliano (CN) e Marco Recenti di Alba (CN), potrebbe rivoluzionare nuovamente gli equilibri fra le migliori del girone. “Due giocatori hanno avuto problemi in settimana – fa sapere il viceallenatore Lorenzo Fambrini – : Russo è stato fermo martedì per un indurimento muscolare, ma è prontamente rientrato, mentre Steffanini è ancora alle prese con la spina calcaneare che gli ha già dato problemi nelle scorse settimane e stiamo valutando il suo recupero; dovremo testare anche lo stato dei nostri under, che hanno già giocato due partite in settimana. Dopo la sessione di tiro per i senior mercoledì, giovedì e venerdì gli ultimi allenamenti, in attesa di battersi per tornare alla vittoria: c’è tanta voglia di riscattarsi, di lottare e non siamo ancora tagliati fuori dalla Coppa Italia. Inutile dire che daremo il massimo, in questa gara e in quella contro Serravalle prima delle vacanze; il clima è sereno, i ragazzi hanno anche parlato con il Presidente: ora dobbiamo trovare il sorriso recuperando i due punti”. E comunque vada, fra la partita e l’iniziativa solidale, di sicuro sarà un pomeriggio da ricordare.

Più informazioni su