laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il Pagellone. In tanti sopra il “sette” in pagella, ma il migliore è Nenad Bjelica!

Più informazioni su

Ceccarelli impeccabile, De Col torna alla grande, Canadija sorpresa di grande qualità e futuro, ma il vincitore è lui Mister Bjelica, con i suoi cambi ed il suo coraggio.

Chichizola – 6 – Qualche pallone alto da controllare con la giusta attenzione, qualche conclusione velleitaria ed un vero pericolo con la punizione di Corvia che impatta la traversa, ma sulla quale sembra esserci. Tiene a bada Corvia quando ha lo spunto buono. Scioltezza.

Datkovic – 6,5 – Ottimo rientro per il croato, spicca subito la solidità negli interventi e gli ottimi anticipi. Gli va via solo Corvia nel secondo tempo, ma per il resto la sua gara è praticamente senza sbavature. Cemento armato.

Ceccarelli – 7+ – Il Capitano conferma di trovarsi a suo agio nella difesa a tre comandandola con grande qualità ed esperienza. Praticamente non sbaglia una palla, vincendo tutti i duelli. E’ come il vino, più invecchia, più diventa buono.Sciacchetrà.

Piccolo – 7 – Esperienza e posizione, difficile passare per gli avversari. Ci riesce solo una volta Corvia, ma è un episodio, più determinato da un errato fuorigioco che da un suo errore individuale. Non è un caso che la difesa sia una delle meno battute del campionato. Punto fermo.

De Col – 7,5 – Bjelica lo getta di nuovo nella mischia al momento giusto e lui fa vedere di essersi allenato alla grande perché percorre la fascia un numero esagerato di volte. Inoltre lo fa con qualità e provando anche l’inserimento centrale per la conclusione con il sinistro. Per poco non trova il gol del raddoppio con una penetrazione in area di rigore, sulla quale Arcari ci mette una pezza. Dimostra di meritare appieno la convocazione di Gigi Di Biagio nell’Under 21. Investimento azzeccato.

Brezovec – 7 – Disputa un primo tempo di grandissima qualità. Suo il cross per il gol di Mario Situm, sua una conclusione respinta con difficoltà da Arcari. Ottima la gestione della palla che permette al centrocampo spezzino di sovrastare quello degli avversari. Il progressivo calo della ripresa è prontamente ravvisato dal mister che gli concede un po’ di meritato riposo. Tuttofare.

Canadija – 7,5 – La squalifica di Juande non ha preoccupato più di tanto il tecnico spezzino, che ha sempre creduto nel giovane croato, come vice all’altezza dello spagnolo. Dario conferma la fiducia del mister sfoderando una prestazione di livello, magari con caratteristiche un po’ diverse da quelle dell’ex Betis, ma in grado di impressionare in ogni zona del campo. Efficace infatti il suo filtro davanti alla difesa, buona la gestione della palla, ottimo al tiro, solo un mezzo miracolo di Arcari gli nega la gioia del gol, abile nel dribbling. Ne sentiremo parlare. Croazian Rhapsody.

Bakic – 6 – Inizia bene, cambi di passo, gestione della palla e inserimenti, poi si becca un giallo, forse esagerato, e perde certezze e concentrazione in fase difensiva. Troppi errori di leggerezza da parte del montenegrino, qualche rischio di troppo di beccarsi il secondo giallo. Bjelica lo toglie a fine primo tempo.Altalenante.

Milos – 7 – Il piccolo croato, ovunque lo metti, basta che veda la linea laterale, si esprime con continuità e affidabilità. Ottima gestione della gara sia in fase difensiva che offensiva, Sestu ne fa le spese trovando lo spazio per il cross solo in rare occasioni. Treno speciale.

Catellani – 6,5 – Se avesse concretizzato le due nitide occasioni a porta spalancata che gli sono capitate, un bel 7,5 non glielo avrebbe tolto nessuno, invece ciò non accade e bisogna arrivare con il risultato in bilico sino al 94′. Gara comunque di sacrificio, come sempre, palle d’oro sfornate, come quella a Cisotti nel finale di gara che meritava miglior sorte. Spuntato e sfinito.

Situm – 7 – Torna a gonfiare la rete dopo l’apparizione non proprio esaltante nella gara di Trapani. Un gol bello e difficile in volo e torsione aerea su cross di Brezovec. Ma non c’è solo quello nella sua prestazione, ma tanto movimento ed anche sacrificio in fase difensiva, proprio ciò che chiede a gran voce, da sempre, mister Bjelica. Rappresenta un valore aggiunto per le gare in trasferta, proprio per queste sue spiccate caratteristiche. Super Mario.

Schiattarella – 6,5 – Prende il posto di Bakic, anche tatticamente, e lo fa con la massima concentrazione e dedizione. In qualche ripartenza potrebbe far meglio, ma il contributo in fase difensiva è stato ottimo. Utile.

Sammarco – 6 – L’ultima apparizione risaliva alla brutta gara di Modena, oggi rileva Brezovec e si piazza sull’interno di destra, con attenzione ed esperienza. Qualche fallo, ma il suo contributo lo dà. Redivivo.

Cisotti – 6,5 – E’ vero, forse sbaglia un gol da fare, ma Arcari ha il merito di contenerlo bene, ma il suo contributo nella parte finale del match si fa sentire eccome. La sua rapidità mette in costante apprensione la retroguardia bresciana ed inoltre si guadagna preziose punizioni che permettono alla squadra di salire e respirare. Sgusciante sprecone.

Mister Bjelica – 8,5 – Lunedì alle ore 17.30, la sala conferenze del Centro Sportivo Ferdeghini, verrà intitolata alla memoria di Rino Capellazzi, giusto quindi sfoderare il “Voto Felliniano” a lui molto caro, per il tecnico spezzino. La gara la vincono i suoi ragazzi in campo, ma soprattutto la vince lui, per il coraggio con il quale cambia 5 pedine da sabato a sabato, evidentemente inquadrando in maniera precisa quelli che potevano essere i problemi dell’ultimo periodo. Prova ne sia che molti degli interpreti inseriti oggi, sia poi risultato tra i migliori in campo. Non cambia il modulo, ma rimodula le forze, inserendo linfa più fresca e motivata, la ricetta giusta per tenere tutto il gruppo sulla corda e preservarlo per i mesi più delicati ed importanti della stagione. Stessa cosa si può dire dei cambi, tutti utili alla causa e tali da consentire alla squadra di gestire quello che poteva essere un finale difficile, dopo gli ingressi di Corvia e Sodinha. Bravo e coraggioso.

Arbitro Baracani – 7 – Sta diventando un talismano per lo Spezia, ultimamente con lui fioccano i tre punti e sfodera prestazioni impeccabili. Forse il giallo a Bakic è un po’ severo, visto che la gara era all’inizio, ma a regolamento ci sta, come a regolamento è ineccepibile il fallo fischiato ai danni di Razzitti in occasione del gol annullato e le valutazioni sugli svenimenti in area spezzina di qualche giocatore del Brescia.

 

Enrico Lazzeri – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it/

Più informazioni su