laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La Tarros dilaga ad Alessandria

Più informazioni su

Giusto atteggiamento e bel gioco, per una vittoria netta nei numeri e convincente nella sostanza. I bianconeri continuano così la propria corsa

ALESSANDRIA – Ci sono partite che sembrano facili, ma che possono diventare molto insidiose, se non affrontate con il giusto atteggiamento. Quello che non è assolutamente mancato alla Tarros, impegnata questa sera contro l’Alessandria, fanalino di coda del girone. E’ questo l’aspetto sul quale pone l’accento il Presidente bianconero Danilo Caluri: “Abbiamo affrontato il match con la dovuta determinazione; tutti i ragazzi hanno risposto al meglio. Nonostante gli zero punti in classifica, il roster di coach Pozzi ha messo in difficoltà non pochi avversari, compresa anche la capolista Alba che qui, sì, ha vinto, ma praticamente nell’ultimo quarto, dopo tre tempini equilibrati, almeno sul fronte punteggio. Questo testimonia come il passo falso potesse essere dietro l’angolo. Noi non siamo caduti nell’errore ed abbiamo dominato il match, dall’inizio alla fine”.

“Potrebbe sembrare una passeggiata, o una formalità, vista da fuori, ma non è così: una partita come questa è facilissimo farsela sfuggire di mano” – conferma coach Marco Mori che sottolinea – “Noi avevamo tutto da perdere, ma siamo stati bravi a non sottovalutare l’impegno: siamo scesi sul parquet con la giusta determinazione e siamo stati concentrati per tutto il match. Sarebbe bastato poco per rischiare i due punti: lo testimoniano la fatica fatta qui da altre formazioni ed il fatto che nel secondo quarto, quando abbiamo abbassato un po’  la guardia, l’Alessandria ha provato a rifarsi sotto. Dovevamo vincere e lo abbiamo fatto, apparentemente con facilità, in realtà mettendo sul parquet il giusto atteggiamento ed anche un buon gioco”.

Merito della Tarros, quindi, se tutto è sembrato semplice, quasi scontato. La cronaca del match, in effetti, non lascia molto spazio alle emozioni: i bianconeri partono alla grande e con il passare dei minuti continuano ad incrementare il vantaggio. L’equilibrio dura sino alla metà del primo tempino, poi per i secondi 5 minuti i padroni di casa spariscono dal parquet. La via del canestro è blindata e la Tarros dilaga: gli ospiti segnano 14 punti e si portano sul 7-24, chiudendo così la frazione con un vantaggio di ben 17 lunghezze. Per superare quota 20 basta la prima azione del secondo quarto, una frazione, comunque, più equilibrata e così alla pausa lunga il divario non è di molto superiore a quello di dieci minuti prima: a metà gara il punteggio è fissato sul 25-44, +19 per gli spezzini. Il secondo, netto, allungo degli ospiti arriva dal 25’ al 30’: per i padroni di casa sono altri 5 minuti di black out, il parziale è di 3-10 e così il gap, al termine della frazione, è di 25 punti. Negli ultimi 10 minuti i piemontesi rischiano davvero di affondare con uno svantaggio che arriva a toccare quota 41, per poi scendere un pochino negli ultimi giri di lancette prima della sirena. Il match si chiude sul 53-85, + 31 per la Tarros che si impone in modo perentorio e continua così la propria corsa.
 
Prossimo appuntamento domenica, al PalaSprint, contro Loano: un’altra partita da non sbagliare.
 
IL CANESTRO ALESSANDRIA – SPEZIA BASKET CLUB TARROS: 53-85 (7-24; 25-44; 36-61)
 
IL CANESTRO ALESSANDRIA: Billi 0, Riva 4, De Palma 12, Brussolo 8, Pilati 4, Tava 8, Carosi 7, Crozzolin n.e., Balestrieri 10, Frattallone 0. Coach: Pozzi
 
SPEZIA BASKET CLUB TARROS: Pipolo 5, Dalpadulo 2, Fazio 11, Bucci 2, Seravalli 26, santoni 18, Ferrari 3, Diakhate 4, Nesti 14, Manzini 0. Coach: Mori

Più informazioni su