laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Buone prassi per sostenere il lavoro di cura: dalla sperimentazione alla messa a sistema di un modello

Più informazioni su

Giornata Seminariale aperta alla cittadinanza

LA SPEZIA – Giovedì 18 dalle 9 presso la sala conferenze di Teleligura Sud (piazzale Giovanni XXIII), si terrà una giornata seminariale sul tema  “buone prassi per sostenere il lavoro di cura: dalla sperimentazione alla messa a sistema di un modello”.

L’ incontro, aperto a tutti, è finalizzato a promuovere un momento di riflessione su come il progetto sperimentato nel Distretto Socio Sanitario 18 possa diventare un modello non solo in situazioni di evidente fragilità, ma anche  per riuscire a creare un sistema di supporto utile ad  accompagnare ed a fornire  servizi di sollievo a familiari/caregiver nel delicato e complesso lavoro di assistenza e cura di familiari anziani  e non autosufficienti  .

La giornata seminariale prevede una discussione tra i soggetti del terzo settore, gli operatori dei servizi pubblici ed il privato sociale al fine di individuare, attraverso l’analisi delle possibili difficoltà e delle reali potenzialità rilevate dall’esperienza, limiti e risorse nella costruzione di percorsi di informazione, orientamento ed accompagnamento atti a favorire il mantenimento a domicilio delle persone fragili

lI Distretto Socio Sanitario 18, a seguito di deliberazione regionale ha attivato, ad agosto 2013, il progetto “Approccio sociale per le persone fragili in condizione di criticità” con l’obiettivo di intercettare il paziente fragile in dimissione protetta ospedaliera, garantendone la continuità assistenziale attraverso l’erogazione di prestazioni gratuite di assistenza tutelare temporanea a domicilio per la durata di un mese.

In un anno dall’attivazione del progetto sperimentale sono stati valutati circa 97 pazienti ricoverati nei reparti ospedalieri o che hanno effettuato un accesso al pronto soccorso, 80 dei quali hanno usufruito del mese gratuito di assistenza domiciliare tutelare. Sono state dunque assunte 80 assistenti familiari,tutte iscritte al Registro Provinciale, il 25,76% di queste ha avuto la proroga del contratto da parte della famiglia e quindi un assunzione a tempo determinato.

Ecco il programma:

ORE 9:00
Parte introduttiva: Presentazione del progetto: aspetti sociali, aspetti sanitari
BRANCHINI Stefania  Direttore Sociale Distretto Sociosanitario n. 18
Presentazione della giornata
SILVANO Stefania Direttore Sanitario Distretto Sociosanitario n. 18
Presentazione del progetto

ORE 10:00
Parte operativa: Analisi e valutazione del progetto
Interventi degli operatori:
LONGHINI Maria Assistente  Sociale  Distretto Sociosanitario 18
Individuare il paziente fragile
FRANCIOSI Chiara  Funzionario Politiche  Sociali Provincia Della Spezia
Il valore del registro assistenti familiari
TAVELLI Riccardo  Consorzio primo e ente gestore
Il ruolo del terzo settore 
ORLANDI Giulia  Assistente Sociale referente del progetto
Valutazione del percorso e risultati
Testimonianza diretta da parte di un’assistente familiare ed una  famiglia coinvolta

ORE 11:30
Parte seminariale: Analisi dei nuovi bisogni del Territorio;
Cosa mutuare dal progetto e come intraprendere nuove strade di sensibilizzazione e formazione nel lavoro di cura
Conduce: ESPOSITO Gilda Ricercatrice in pedagogia Sociale Università degli studi di Firenze
Discussione tra  i soggetti del terzo settore, gli operatori dei servizi pubblici ed il privato sociale al fine di individuare limiti e risorse per la realizzazione di un sistema a garanzia del lavoro di cura e del sostegno ai nuclei familiari attraverso l’analisi delle possibili difficoltà e delle reali potenzialità rilevate dall’esperienza.

Più informazioni su