laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Jole Garuti agli studenti spezzini: il noi deve vincere sull’io

Più informazioni su

LA SPEZIA – Un grande applauso dei 150 studenti presenti in sala Dante ha concluso la proiezione del video contenente il bellissimo “Discorso sulla Costituzione”  di Piero Calamandrei agli studenti, tenuto nel 1955. Il richiamo alla Costituzione è stato l’asse portante dell’intervento di Jole Garuti, docente dell’Associazione Sulleregole, all’incontro sul tema “L’etica dei cittadini”, organizzato dall’Associazione Culturale Mediterraneo e dalla Consulta Studentesca Provinciale. “Deve vincere il noi al posto dell’io”, ha detto la Garuti citando don Ciotti, dopo le introduzioni di Giorgio Pagano, presidente di Mediterraneo, e di Hussem Dalhoumi, presidente della Consulta. “Essere cittadini significa essere attori e non spettatori, consapevoli di avere diritti e doveri”, ha detto la Garuti, che ha aggiunto: “Bisogna sconfiggere il modello secondo cui nella vita conta solo avere più denaro e più potere, obiettivi da raggiungere con la furbizia e la prepotenza, la mafia è pronta a sfruttare i ragazzi vittime di questo modello”. Il modo giusto di comportarsi “ce lo indica la prima parte della Costituzione, così poco applicata: non è la Costituzione che va cambiata, dobbiamo cambiare noi, la società”. La Garuti ha concluso indicando la via della partecipazione, dell’impegno collettivo per il bene comune, intesi anche come modi “per ottenere la felicità”. E ha citato alcuni esempi positivi, leggendo brani o frasi del giudice Antonino Caponnetto, della giovanissima testimone di giustizia Rita Atria e di due partigiani i cui testi sono presenti nelle “Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana”

Più informazioni su