laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Pd: Giorgio Casabianca eletto coordinatore del comitato della Media e Bassa Val di Vara

Più informazioni su

LA SPEZIA – I circoli del Partito Democratico di Bolano, Riccò del Golfo, Follo, Calice al Cornoviglio, Beverino e Pignone hanno eletto all'unanimità Giorgio Casabianca coordinatore della Media e Bassa Val di Vara. “ Il nostro obiettivo – spiega l'ex assessore provinciale Casabianca – è quello di rafforzare in Val di Vara la presenza di un Partito Democratico forte, che sappia discutere delle prospettive e costruire una visione del futuro della nostra area, coinvolgendo persone e forze nuove in un percorso aperto diretto soprattutto ai giovani. Sarà utile ai nostri amministratori, spesso impegnati in una difficilissima battaglia per la gestione quotidiana. Lo sarà nei comuni in cui siamo all’opposizione, per mettere ancora di più in evidenza i limiti delle amministrazioni di centro destra e per porre le basi di una vittoria costruita sul lavoro quotidiano e su una forte presenza. Lo sarà infine per la gente, perché siamo convinti che ci sia ancora un forte bisogno di politica, di quella vera che sa immaginare un futuro per i nostri figli in Val di Vara ed è capace di spiegarlo con le parole del disoccupato, della giovane coppia, dell’imprenditore, dell’anziano. È con questa ambizione e con entusiasmo che ci apprestiamo a dare vita non a un ennesimo organismo ma a quello che vuole essere un modo di contribuire allo sviluppo sostenibile di tutta la nostra provincia.”

“Questa porzione di territorio – continua Casabianca – è la terza della provincia spezzina in termini di popolazione e capacità produttiva ma ha bisogno di politiche nuove di sviluppo che puntino a sostenibilità e salvaguardia dell'ambiente. Sono dieci i punti su cui intendiamo confrontarci da subito: La sicurezza del territorio, l’agricoltura, il distretto dell’artigianato e della piccola e media impresa, la cultura, il turismo, il quadro istituzionale e le alleanze, L’ambiente, l’occupazione e il sociale e l’identità e l’orgoglio. Il compito che abbiamo di fronte è difficile e ambizioso ma anche molto stimolante. Insieme a tutti coloro che avranno voglia di darci una mano ce la faremo.”

Più informazioni su