laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

VICENZA – SPEZIA 1 – 0 | La beffa al novantesimo

Più informazioni su

Mario Situm, a tratti imprendibile oggi al Menti – Foto Patrizio Moretti. 

Vicenza in dieci negli ultimi minuti, Bjelica inserisce la terza punta, ma è fatale una ripartenza di Lores su calcio di punizione a favore. Sconfitta amara, anche per le molte occasioni sciupate in precedenza

Al Menti di Vicenza di affrontano due squadre in salute, nonostante i veneti arrivino dalla sconfitta di Chiavari.
4-3-3 per Pasquale Marino che plasma la sua squadra sulla qualità a centrocampo del duo di ex Di Gennaro e Moretti.
In difesa manca D’Elia, lo sostituisce Garcia, con l’ex Gentili che viene inserito nei centrali difensivi.

Davanti Cocco è appoggiato da Laverone e Giacomelli.

Bjelica deve fare a meno di Bakic, ma all’ultimo anche di Canadija, ma ritrovaJuande e sceglie Schiattarella.

Per il resto squadra confermata rispetto a Brescia, con davanti la rapidità diSitum e Catellani.

I padroni di casa si devono risollevare e cercano subito di partire forte, con tanto pressing e aggressività in mediana.

Ma il primo pericolo lo creano i bianchi, oggi in completo nero, con De Col che si trova a poter calciare da ottima posizione, ma schiaccia la sfera e il suo diagonale termina fuori.

Risponde il Vicenza con un paio di conclusioni dal limite che non spaventanoChichizola.

Al 12′ la tegola per il centrocampo spezzino, Juande prende una botta al ginocchio da Cocco ed è costretto a lasciare il campo, Bjelica manda in campo Sammarco che si piazza davanti alla difesa.

La gara è veloce con capovolgimenti rapidi di fronte, anche se le occasioni stentano ad arrivare.

La difesa spezzina regge senza grossi problemi, ma Situm e Catellani trovano pochi spunti offensivi ed il primo tempo va in archivio.

Nessun cambio all’intervallo, ma i bianco-rossi tornano in campo con un piglio maggiore e ci mette qualche minuto a reagire di conseguenza la squadra di capitan Ceccarelli.

Lo fa con un contropiede di De Col che però sbaglia l’appoggio a Situm per metterlo davanti a Bremec.

Ma il contropiede più pericoloso arriva poco dopo, Situm viene liberato in area da Brezovec e vede Catellani libero a centro area, ma il passaggio è intercettato con bravura dal portiere che sventa la grossa opportunità.

Si prosegue su questa falsa riga, il Vicenza che prova ad attaccare ma con scarso costrutto e lo Spezia a ripartire in maniera pericolosa.

Bello scambio Schiattarella – Milos con la conclusione del croato deviata in scivolata da Gentili.

Da segnalare il gioco a tratti duro dei padroni di casa, con interventi da giallo, non sempre puniti con la giusta severità dal direttore di gara.

Iniziano anche le sostituzioni dei due mister, Marino toglie Giacomelli ed inserisce Lores, poi Sbrissa per Di Gennaro.

Intorno al ventesimo della ripresa doppia occasione per gli aquilotti, spunto diSitum sulla sinistra con il croato che entra in area e conclude in diagonale, sul secondo palo arriva Catellani che, in spaccata, colpisce la traversa.

Nell’azione successiva ancora Situm con una magia entra in area da sinistra e appoggia per Catellani, il cui tiro, deviato da Gentili, viene parato con bravura da Bremec che mette in mostra un ottimo riflesso.

Spezia sciupone e Vicenza che per poco non trova il gol con un’iniziativa di Lores sulla sinistra e successivo cross sul secondo palo, Milos arriva però in anticipo su Laverone e mette in angolo.

E’ l’unica occasione nitida per i bianco-rossi dell’intera gara, con i bianchi che invece poco dopo, su calcio di punizione del solito Brezovec, vanno nuovamente a sfiorare il gol.

Il traversone del croato, vede l’uscita a vuoto di Bremec e la sfera colpita daPiccolo sul secondo palo che probabilmente finirebbe in rete, ma è Ceccarellia respingerla con la schiena in maniera beffarda.

Bjelica inserisce Cisotti per Situm e la gara sembra mettersi bene quandoGarcia commette fallo sul nuovo entrato e si becca il secondo giallo.

Spezia in vantaggio numerico e Giannetti in campo al posto di De Col pervincerla, ma la beffa è vicina.

Siamo al novantesimo, punizione a favore degli aquilotti, Brezovec calcia basso e la difesa può controllare agevolmente rilanciando subito il contropiede diLores che si invola verso l’area e sfrutta l’uscita non decisa di Chichizola per batterlo con un sinistro a giro.

Come già avvenuto a Trapani, ad un passo dal poter vincere la gara, arriva labeffa sulla ripartenza da calcio piazzato a favore.

Un fondamentale da correggere, anche se è da apprezzare ancora una volta lavoglia di vincere dei ragazzi di mister Bjelica.

I tre minuti di recupero non bastano per provare a riagguantare un pari che sembrava già stretto rispetto alle occasioni avute, ma l’equilibrio di questo campionato, ti permette anche i passi falsi, seppur sfortunati.

Una sconfitta amara per come si sviluppa e per il fatto di aver subito il gol incontropiede ed in superiorità numerica.

Ma non c’è tempo per piangere troppo sul latte versato, mercoledì si torna già in campo, al Picco arriva un Lanciano che, grazie al pari con il Carpi di ieri, ha raggiunto gli aquilotti al quarto posto in classifica.

Tornare alla vittoria casalinga diventa fondamentale per provare a chiudere bene il girone d’andata.

Enrico Lazzeri – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it/

Più informazioni su