laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia a valanga travolge l’Estra Ecoambiente Prato

Più informazioni su

Leonardo Squeo poker, Davide Borsi e Francesco Dolce doppietta, in più i gol di Joaquin Vargas e Simone Fioravanti. Feste di Natale felicissime per i rossoneri, debutta in serie A1 Alessio Perroni, la squadra ritrova i tre punti  dopo una serie di una vittoria e sette sconfitte, di fronte al fanalino di coda Prato che non demerita affatto. Il Presidente Corona dichiara “non ero pessimista dopo Lodi e non sono esaltato questa sera ripeto quello detto al Pala Castellotti dopo la gara alla squadra: basso profilo e al pezzo i conti si fanno a fine stagione” (nella foto il giovanissimo Alessio Perroni al debutto in serie A1). 

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – ESTRA ECOAMBIENTE PRATO 10 – 2  (6 – 1)

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA : Corona (Perroni Alessio), Perroni Andrea, Squeo (4), Di Donato, Sterpini, Vargas (1), Dolce (2) , Fioravanti (1), Borsi (2). Allenatore Alessandro Cupisti.

ESTRA ECOAMBIENTE PRATO : Vespi (Roberti), Amato, Bianchi (1), Zucchetti (1), Pierotti Filippo, Raggioli, Cacciatore, Benelli, Pierotti Lorenzo. Allenatore Enrico Bernardini.

Arbitri: Sig. Ferraro (VI) – Sig. Iovine (SA) ausiliario Sig. Righetti (SP)

“Sono molto soddisfatto perché la squadra ha giocato con la testacommenta il Presidente Maurizio Corona a fine partita  che poi elogia il coraggio di Enrico Bernardini che non ha avuto paura di prendere una squadra composta di ragazzini con il solo Samuel Amato a fare da chioccia  e portarla a giocare in serie A1. Poi, parlando del prosieguo  della stagione, dice “Noi andiamo avanti con la consapevolezza che dobbiamo conquistare la sesta salvezza consecutiva in serie A1, perciò dobbiamo stare con i piedi in terra e lavorare. Infine parlando dei gol di Fioravanti e Vargas Corona dice “abbiamo una rosa di tredici elementi e sono tutti in grado di scendere in pista, il mister come è giusto non regala niente a nessuno”. Leonardo Squeo protagonista della serata parla della vittoria: “Ci volevano i tre punti li abbiamo ottenuti, usciamo da un periodo brutto, pieno di sconfitte ma sono certo che lavorando potremmo fare delle belle prestazioni nel prosieguo della stagione. Questo è un campionato molto difficile ed equilibrato – continua Squeo – ma se noi crediamo nelle nostre possibilità potremmo dire la nostra contro tutte la squadre. Poi il bomber molfettese si rivolge ai tifosi “ abbiamo bisogno di loro e non deve essere qualche sconfitta ad allontanarli dal Vecchio Mercato e gli posso garantire che noi daremo sempre il massimo, per questa maglia e per loro” Ma veniamo alla gara Enrico Bernardini, che deve fare a meno di Michael Saitta alle prese con un brutto stiramento, schiera il suo starting-five titolare, capitanato da Samuel Amato insieme a  Cacciatore e alla coppia d’attacco Zucchetti e Pierotti Filippo con il giovanissimo Vespi  (classe 1997) alla difesa della porta, con a disposizione Pierotti Lorenzo, Benelli, Bianchi, Raggioli e il secondo portiere Roberti. Cupisti risponde con Corona tra i pali, Sterpini, Squeo, Borsi e Dolce. Per la cronaca  partita non facile, dopo il vantaggio rossonero di Davide Borsi al 3’,54”, su azione di contropiede che va a finalizzare uno splendido assist di Squeo, servono dieci minuti per trovare il raddoppio contro un Prato che non demerita e impegna severamente Corona in tre occasioni. Al 14’,59” raddoppio per la squadra di Alessandro Cupisti   su un’azione di ripartenza Borsi serve Squeo che poco prima del vertice dell’area fulmina Vespi con una fucilata all’incrocio dei pali. Terza rete rossonera al 17’,53”: a segnarla è Joaquin Vargas che fa esplodere il Vecchio Mercato, il “gaucho” argentino con un’azione personale si accentra da sinistra verso destra e batte Vespi con una bellissima conclusione incrociata. Ancora in rete la squadra di Cupisti, al 19’,08”, Corona si oppone a una bella conclusione di Cacciatore e lancia il contropiede rossonero, Vargas per Dolce che da dietro porta serve un assist aereo a Borsi  bravo nell’ impatto e palla alle spalle di Vespi per la rete del 4 a 0. Passa un minuto e la formazione di Bernardini trova il gol  con Bianchi che elude la marcatura di Squeo e mette in rete un preciso assist di Filippo Pierotti. Al 23’,31” ancora in rete i liguri con Squeo che con il Prato schierato a zona lascia partire un missile che batte Vespi, ancora lo “squalo” di Molfetta protagonista, questa volta  in versione assist-man  quando al 23’,56” serve un preciso assist a Francesco Dolce che mette la palla in rete. Iil suono della sirena manda le squadre  negli spogliatoi per l’intervallo con il Carispezia in vantaggio con il punteggio di 6 a 1.  Nel secondo tempo, il veterano Roberti prende il posto di Vespi a difesa della porta toscana e nella prima parte della seconda frazione è molto bravo ad opporsi  agli attacchi rossoneri, il Prato non è domo e impensierisce Corona in alcune occasioni. Al 39’,58”  prima rete rossonera del secondo tempo: Borsi salta un avversario a centro pista e serve Squeo che elude Roberti e mette la sfera in rete. Il Prato risponde con Zucchetti che al 41’,52” dal vertice destro dell’area di rigore fulmina Corona con una bella conclusione. Rispondono i sarzanesi che nell’arco di un minuto vanno a segno per due volte al 42’,21” con Squeo che finalizza in rete una bella combinazione Borsi-Dolce con l’attaccante Molfettese a mettere dentro la sfera a porta sguarnita e poi con Dolce al 42’,38” su azione personale. A sei minuti dalla fine Alessandro Cupisti fa esordire in Serie A1 il giovanissimo Alessio Perroni, Campione d’Europa con la Nazionale under 17 Italiana, che rileva fra i pali Simone Corona che riceve l’applauso a scena aperta di tutto il pubblico del Vecchio Mercato. Ma la grinta dei rossoneri nel match di ieri sera è stata straordinaria e la fotografia è tutta nell’ultimo gol con Simone Fioravanti, quando mancano 15 secondi alla fine, che vede la possibilità di trovare la via della rete e scocca una staffilata che si infila all’incrocio dei pali. Un gol voluto e ottenuto grazie alla volontà del “bomber” rossonero. Il suono della sirena fissa il risultato finale sul punteggio di 10 a 2 a favore dei Sarzanesi, partita questa che chiude l’anno solare nel migliore dei modi e Carispezia che avanza in classifica.

Prossimo incontro Lunedì 5 Gennaio al Palatenda di Matera contro la Pattinomania Matera guidata da Pino Marzella.

Più informazioni su