laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Legge di Stabilità, il Parlamento conferma le norme sull’autotrasporto

Più informazioni su

Respinti gli emendamenti di Confartigianato Trasporti. 

LA SPEZIA – Approvato con voto di fiducia la Legge di Stabilità e il maxi-emendamento presentato dal Governo e approvato dal parlamento, non sembra contenere sostanziali modifiche sull'autotrasporto rispetto a quanto già visto nell'emendamento governativo approvato dalla Camera. Quindi, le modifiche proposte dalla Confartigianato Trasporti, pur essendo state dichiarate ammissibili, sono state penalizzate dall'interruzione dei lavori della Commissione Bilancio e dalla decisione di passare al voto di fiducia in Aula con il solo maxi-emendamento del Governo. “Il testo governativo – spiega Nicola Carozza, Responsabile di Confartigianato Trasporti – tra i provvedimenti principali introduce il limite alla sub-vezione (ma senza sanzioni in caso di violazione) con la deroga per il collettame fino a cinquanta chilometri, l'eliminazione della scheda di trasporto, l'abolizione dei costi minimi e le norme sulla verifica della regolarità del vettore da parte del committente. Inoltre, l'articolo 232 abolisce gli sconti sulle accise del gasolio solo  per i veicoli Euro Zero e inferiori. Tra gli altri provvedimenti sulla logistica, segnaliamo i 10ml€ l'anno per il triennio 2015-2017 stanziati per l'attraversamento veloce dello Stretto di Messina (comma 238) e i 15ml€ stanziati per avviare i cantieri del raddoppio della ferrovia Andora-Finale Ligure”.

Confratigianato Trasporti attenderà le circolari che saranno diffuse dai competenti uffici del Ministero per illustrarne il contenuto. “La valutazione di Confartigianato Trasporti – prosegue il Presiendente Provinciale, Vincenzo Burroni – verrà effettuata a “bocce ferme” in gennaio anche per comprendere appieno le nuove regole e l'impatto sull'autotrasporto. Inoltre importante sarà anche affrontare gli aspetti relativi alla funzionalità dell’Albo, elemento essenziale per il funzionamento reale delle nuove normative; la ripartizione delle risorse, che dovrà affrontare anche la questione delle spese non documentabili; nonché la valutazione della questione sui tempi di pagamento che per noi resta molto importante e comprendere come ripristinare l'Assicurazione per la dimostrazione della Capacità Finanziaria almeno per un determinato periodo”. “Il testo relativo ai costi minimi – aggiunge il vice presidente Silvano Gentili – recepire il testo Camera che contiene solo parte delle indicazioni che erano state indicate da Confartigianato e fatte proprie da Unatras; mentre sono state abbandonate richieste per noi importantissime sulla corresponsabilità del committente, sull'obbligatorietà in sede di giudizio di utilizzare i costi di esercizio di riferimento, ecc.” Il gruppo dirigente di Confartigianato Trasporti ha deciso di proseguire la mobilitazione, di esaminare con grande attenzione con l'ausilio dei legali le nuove regole introdotte.

Più informazioni su