laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Mister Bjelica: “Meglio in fase offensiva, è mancato un po’ d’equilibrio, ma non dimentichiamoci l’ottimo avversario”

Più informazioni su

Qualcuno è più stanco, altri non giocano da un po', ma non ricominciamo con la storia del preparatore atletico, in Italia sapete solo parlare di quello e di tattica

LA SPEZIA – Un pareggio rocambolesco oggi pomeriggio sul terreno del “Picco”, un 3-3 che ha regalato spettacolo ai 6000 presenti allo stadio. Un balzo in avanti che, anche se solo di un punto, muove la classifica e mantiene gli aquilotti nelle zone alte della classifica. Mister Bjelica, nonostante il pareggio, guarda alla prestazione generale e alla grinta dei suoi ragazzi.

Un cambio di modulo inaspettato che ha cambiato gli equilibri della squadra: “Con il cambio di modulo siamo stati più offensivi, mentre abbiamo perso equilibrio in fase difensiva. Comunque abbiamo giocato contro una squadra forte che ha perso solo due partite fino ad ora. Alla fine abbiamo avuto occasioni per vincere, come subite da poter perdere“.

C’è stato un calo fisico della squadra nella seconda frazione di gioco?Io penso che non esista solo la preparazione atletica: esistono anche la carica psicologica e molti altri fattori per i quali ci può essere un calo. In Italia si parla fin troppo delle condizioni fisiche di una squadra: se volete un preparatore atletico, io vi posso dire che arriverà quando lo Spezia cambierà allenatore

Una battuta anche sugli elementi più stanchi e meno utilizzati del gruppo: “Certamente abbiamo giocatori un po’ stanchi, in particolare Brezovec che ha giocato 35 partite di seguito; ma ci sono anche nuovi entrati come Sammarco, che non giocava da tanto tempo, ma ha fatto un’ottima prestazione“.

“Comunque dobbiamo dare il giusto merito all’avversario – ha continuato il mister aquilotto –  io però guardo molto la carica dei miei ragazzi e sono convinto che con questa voglia di vincere e questa grinta potremmo arrivare lontano“.

Ovviamente la differenza tra i due gruppi c’è, visto che il Lanciano sta lavorando con i soliti uomini da molto tempo: “Noi siamo una squadra nuova, loro sono i soliti da tre anni e questo si vede. Lo Spezia sta crescendo molto, ma ci vuole il tempo per formare un gruppo forte“.

Il Lanciano in attacco ha tre ottimi elementi, che hanno messo in grande difficoltà la difesa aquilotta: “Gatto, Piccolo e Monachello sono attaccanti di grande livello per la serie B, ma penso che Milos abbia fatto abbastanza bene sulla fascia“.

Nel terzo gol abbiamo sbagliato lo schieramento difensivo, anche se devo rivedere l’azione, per quanto riguarda gli altri due invece, sono stati più per bravura degli avversari che per errori del reparto arretrato” ha concluso Bjelica.

 

Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it/

Più informazioni su