laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

BARI – SPEZIA 0 – 3 | Gol, spettacolo e sofferenza, l’anno finisce alla grande!

Più informazioni su

In vantaggio con Bakic ad inizio ripresa, i ragazzi di Bjelica soffrono ma reggono e poi dilagano con un rigore di Catellani ed uno splendido gol di Canadija. 

La cronaca:
Ultima gara del girone e dell’anno per Bari e Spezia che si affrontano con situazioni di squadra diverse, praticamente quasi al completo i padroni di casa, con tante assenze invece la squadra di Bjelica.

Davide Nicola cambia però modulo di gioco, presentandosi all’avvio con una sorta di 3-4-2-1, molto assimilabile ad un 3-4-3, viste le qualità di Stevanovic e De Luca, piazzati dietro a Caputo.

Ritorno al 3-5-2 invece per i ragazzi di mister Bjelica, con l’inserimento in difesa di Valentini per Datkovic, mentre si rivedono Canadija e Bakic, accanto a Sammarco, in mediana e Giannetti affianca Catellani in attacco.

La giornata è fredda e ventosa, a tratti piovosa, sugli spalti circa 18mila spettatori con una cinquantina arrivati da Spezia.

Gli aquilotti partono con un piglio importante, difesa alta ed aggressività, ma i padroni di casa sono bravi a ripartire in velocità, la partita è equilibrata.

Proprio su un contropiede rapido De Luca si libera al limite dell’area e serve Caputo che da ottima posizione allarga troppo il tiro ed il suo diagonale termina sul fondo.

Lo Spezia si vede con una deviazione di testa di Giannetti su cross di De Col.

Nella seconda parte del tempo il Bari prova ad avanzare il baricentro, ma l’unico pericolo per Chichizola arriva da un calcio piazzato con un colpo di testa che termina a lato.

Al 45′ la prima svolta del match, Sammarco lavora bene un pallone a centrocampo e lo scarica su De Col,Minala, già ammonito, entra in ritardo e lo atterra, nessun dubbio per Mariani di Aprilia, ancora giallo e sotto al doccia.

Ad inizio ripresa Nicola risistema i suoi inserendo Sciaudone al posto di Stevanovic, resto il solito lo Spezia.

Ci mette qualche minuto la squadra di Bjelica, ma poi prende in mano le redini del gioco.

Sammarco trova splendidamente Catellani in area che, pur decentrato, prova a calciare a rete sfiorando il palo.

Va meglio al minuto 11, quando lo stesso Catellani lancia con un pallonetto De Col che crossa al volo verso il centro dell’area, dove Bakic è pronto a mettere in rete il gol del vantaggio.

Azione stupenda e gol meritato, anche se in superiorità numerica, quella che però dura poco, perché l’arbitroMariani estrae il secondo giallo anche per Ceccarelli, reo di aver ostacolato De Luca lanciato verso la porta.

Giallo probabilmente esagerato, ma ora le forze in campo sono di nuovo in parità.

E’ a questo punto che anche Bjelica deve ridisegnare il suo Spezia: lo fa inserendo Acampora che va a sistemarsi a sinistra, mentre Milos si sposta a destra e De Col scala al centro della difesa con Piccolo eValentini, centrocampo a 4 e Catellani a svariare sul fronte offensivo.

Al 20′ seconda grossa occasione per Caputo che forse però parte in posizione irregolare, Chichizola non si fa ipnotizzare e intercetta la conclusione dell’attaccante barese.

Ancora un cambio per Bjelica che inserisce Situm per Giannetti, sarà la mossa decisiva.

Ma intanto sono i padroni di casa ad inanellare il loro miglior momento con un paio di grosse opportunità: nella prima Valentini respinge di testa e De Luca calcia con il destro ma Chichizola devia in tuffo, nella secondaGalano calcia dal limite ed incoccia la traversa.

Scampato il pericolo, i bianchi (oggi in completo nero) capiscono che Situm può essere l’arma in più e lo cercano nelle ripartenze.

In una di queste il croato entra in area di rigore e viene spinto da dietro, il fallo è di Sciaudone e Mariani non può che indicare il dischetto.

Perfetta la conclusione di Catellani che calcia a sinistra con il portiere a destra.

Decimo gol per l’attaccante di Reggio Emilia che poco dopo, stremato, viene sostituito da Cisotti.

La gara è agli sgoccioli, ma c’è ancora spazio per un gol di tecnica ed intelligenza, confezionato dalla coppia di giovani Cisotti e Canadija.

Lo scambio ripetuto tra i due irretisce la difesa barese e Canadija si trova davanti al portiere e lo batte con il sinistro.

Finisce con un distacco pesante, forse anche eccessivo, ma vince comunque la squadra che ha dimostrato maggior intelligenza e cinismo nello sfruttare le occasioni.

Un finale d’anno che prepara un girone di ritorno tutto da giocare e che può regalare tante soddisfazioni.

Anche oggi viene dimostrata la tesi più volte sbandierata, a giusta ragione, dal tecnico spezzino, in questa squadra la forza del gruppo è determinante, al di là delle assenze numerose.

Record di punti in B per la squadra spezzina che chiude a 33 ed ora pensa con calma e tranquillità al prossimomercato di gennaio.

Qualche puntello per migliorare dove si può e dal 17 gennaio si riparte, nessun traguardo è precluso.

Buon Anno!

Enrico Lazzeri – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it/

Più informazioni su