laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il Comune di Castelnuovo entra a far parte del Parco di Montemarcello-Magra

Più informazioni su

SARZANA – Questa mattina, lunedì 29 dicembre, presso la sede dell’Ente Parco di Montemarcello-Magra, si è tenuta la conferenza stampa per informare dell’avvenuta stipula della convenzione tra il Comune di Castelnuovo Magra e l’Ente Parco che sancisce l’inserimento dell’area SIC (Sito di Interesse Comunitario) della località “il Padule” all’interno dei confini del Parco. Tale area ha un’estensione di 33 ettari e si trova al confine con il sito archeologico di Luni, anch’esso inserito recentemente all’interno del Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra.

“Questo secondo obiettivo, dopo l’entrata nella comunità del Parco, del comune di Ortonovo con il sito archeologico di Luni,  risulta un importante passo compiuto dall’Ente Parco per due rilevanti motivi – afferma Francesco Pisani Presidente del Parco – il primo per la valenza ambientale del sito e secondariamente per le occasioni che si possono creare per la valorizzazione dell’area inserita nel sistema delle aree protette.”

Questo risultato è stato fortemente voluto anche dall’amministrazione comunale di Castenuovo Magra che ha votato all’unanimità in consiglio comunale l’entrata nel Parco di questa area umida, già tutelata come SIC per la sua ricchezza di biodiversità e la presenza di specie protette.

L’annessione del comune di Castelnuovo costituisce un punto di partenza importante nella logica della collaborazione e sinergia fra Enti  e nella prospettiva di condividere progetti di area  da presentare all'Unione Europea con più possibilità di successo nell'acquisizione di fondi comunitari.

Erano presenti Francesco Pisani Presidente del Parco di Montemarcello-Magra, Daniele Montebello Sindaco di Castelnuovo Magra, Gherardo Ambrosini Vicesindaco di Castelnuovo Magra, Francesco Marchese Assessore all'Ambiente e all'Urbanistica di Castelnuovo Magra e i Consiglieri del direttivo dell'Ente Parco, Corrado Bernardini e Silvano Zaccone

Più informazioni su