laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Parliamo di Noi. La Regione Liguria fa un bilancio del Fondo Sociale Europeo

Più informazioni su

DLTM presenta le proprie attività di formazione

GENOVA – Venerdì 6 marzo, presso la Sala delle Grida- Palazzo della Borsa a Genova, si terrà un’iniziativa per presentare un bilancio sull’utilizzo del Fondo Sociale Europeo (FSE) in ambito regionale.
L’iniziativa, promossa dall’Ass. Regionale all’Istruzione, Università e Formazione Sergio Rossetti, rappresenta un’occasione importante per la presentazione delle attività del Distretto Ligure delle Tecnologie Marine volte ad attrarre, orientare e formare i giovani verso i settori inerenti l’Economia del Mare.

Il DLTM presenterà i propri risultati operativi riguardanti i diversi ambiti formativi in campo marino e marittimo:

26 studenti delle scuole superiori sono stati ospitati dal DLTM per un periodo di alternanza scuola-lavoro, grazie ad apposita convenzione fra il Distretto e diversi istituti scolastici.

80 assegni di ricerca che hanno previsto anche un periodo di attività presso le aziende associate.

18 posizioni per la seconda edizione del Master di II Livello in System Engineering for Maritime Technologies “Fortemare”, attivate anche sulla scorta del successo riscontrato in occasione della prima edizione. 
15 posizioni attivate per il corso specialistico “Progetto Idrologo”, volto a formare idrologi esperti nell’analisi delle caratteristiche dell’ambiente marino.

10 istituti scolastici hanno partecipato con un totale di oltre 1000 bambini alle attività dei laboratori ludico-didattici promossi da DLTM nel corso i diverse iniziative come la “Notte Europea dei Ricercatori”.

Il DLTM ha inoltre ospitato diversi tesisti e dottorandi che hanno potuto specializzarsi all’interno del contesto fortemente innovativo del Distretto.

Il DLTM promuove la propria crescita anche attraverso un confronto costante con i vari attori della società, al fine di poter raccogliere suggerimenti e feedback utili a migliorare e integrare la propria offerta formativa e di servizi in genere.

La partecipazione all’iniziativa sia degli addetti ai lavori che del pubblico potrà permettere di rafforzare il dialogo tra Istituzioni e società, riguardando anche tutte le altre attività promosse a valere sul Fondo Sociale Europeo che possono rappresentare un’opportunità soprattutto per i giovani della nostra regione.

Più informazioni su