laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Mister Bjelica: “Voglio una squadra che parta per vincere, con l’atteggiamento giusto dall’inizio”

Più informazioni su

Ho i migliori giocatori della serie B e sono molto contento di questo gruppo. Tutti danno il massimo e non li cambierei mai perché penso che insieme possiamo fare grandi cose. 

LA SPEZIA – Dopo la rocambolesca vittoria casalinga ottenuta nel turno infrasettimanale contro la Pro Vercelli, lo Spezia di Nenad Bjelica si prepara ad affrontare una trasferta alquanto complicata. Domani i bianchi sfideranno il Catania diMarcolin sul terreno del “Massimino“: gli etnei, ultimamente un po’ in crisi, giungono al match contro gli aquilotti dopo due sconfitte e un pareggio. La classifica non sorride ai rosso-azzurri, che hanno solo 29 punti, nonostante la rosa a disposizione del tecnico bresciano sia certamente superiore.

Per la sfida di domani non sono a disposizione De Las Cuevas per un problema all’adduttore e Nenè per una botta caviglia presa martedì sera” – ha esordito Bjelica – “Tutti e due dovrebbero essere disponibili per il Livorno. Rientrano tra i convocati Canadjija, Katanec, Bianchetti e il terzo portiere Sambo. Tutti sono pronti per giocare, come hanno dimostrato questa settimana impegnandosi al massimo negli allenamenti. È possibile che Juande parta dall’inizio domani pomeriggio, anche per questo gli ho dato al possibilità di mettere minuti nelle gambe martedì sera“.

I due esclusi di martedì sera, non saranno convocati nemmeno per la gara di Catania? “Gagliardini e Stevanovic non saranno convocati. Non posso portare tutti, i ragazzi devono avere pazienza e soprattutto devono essere pronti quando si presenterà l’occasione. Non c’è nulla con questi giocatori, sono tutti calciatori validi e sono sicuro che arriverà anche il loro momento“.

Tornerà anche De Col tra i convocati? “No, De Col giocherà domani con la Primavera. Lo volevamo mettere in campo perché lui si sente bene, ma come prima volta abbiamo preferito farlo giocare con la Primavera domani a Bologna“.

In queste ultime partite, vista la situazione tra infortunati e squalificati, avremmo potuto vedere anche Katanec e Madonna: “Si è vero, ma sono stati fuori per scelta tecnica, come nel caso di tutti gli altri. Tutti lavorano bene però in rosa ci sono trenta giocatori: io posso convocarne solo 20 e farne giocare 11. Sono professionisti che si impegnano e lavorano bene e sono convinto che avranno la loro occasione“.
Sulla fascia sinistra c’è grande concorrenza tra Luna e Migliore” – ha continuato Bjelica – “Questo è importante e fa solo bene ai giocatori che si impegnano di più per ottenere un posto da titolari“.
Per quanto riguarda il modulo di gioco? “Abbiamo giocato con diversi moduli, domani vedremo quale sarà il migliore. Tutti coloro che sono a disposizione potranno essere titolari, visto anche gli impegni ravvicinati di questo periodo“.

Sembra che lo stop abbia fatto bene a Brezovec, vista la buona prestazione di martedì sera: “Ci sono diversi tipi di giocatori: con alcuni basta uno sguardo, con altri devo parlare, altri devono andare in tribuna. Con Brezovec ha funzionato la tribuna: lui ha capito che non stava giocando come doveva. Contro la Pro Vercelli ha fatto tutto bene, tranne l’episodio del rigore, che ci può stare. Brezovec è un giocatore molto importante anche per la gestione delle palle inattive“.

Domani a Catania, ci sarà l’incontro con l’ex Ceccarelli: “Ceccarelli è un giocatore e una persona fenomenale; noi gli abbiamo dato la possibilità di andare via e lui ha fatto la sua scelta. Domani non saremo amici in campo, perché noi scenderemo in campo per vincere, ma  fuori ci saluteremo tranquillamente senza alcun problema“.

Questo Catania è in una situazione di classifica difficile, ma ha una rosa nettamente superiore: “Il Catania ha una squadra da serie A: si sono rinforzati molto nel mercato di Gennaio, ma si vede che serve tempo per creare il gruppo e poter giocare da squadra. Noi in queste ultime gare stiamo facendo bene: domani andiamo a Catania per vincere, dal primo minuto scenderemo in campo con l’atteggiamento giusto per portare a casa i tre punti“.

Infine un elogio alla squadra e la stima per tutti i giocatori: “Non aggiungerei niente a questa squadra: io ho i migliori giocatori della serie B e sono molto contento di questo gruppo. Tutti i miei calciatori danno il massimo e non li cambierei mai perché penso che insieme possiamo fare grandi cose“.

Più informazioni su