laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Rete Imprese Italia: «Documento Programmatico pèer Lerici»

Più informazioni su

LERICI – E' trascorso ormai un anno da quando gli Operatori economici di Lerici e le Associazioni di categoria che li rappresentano hanno iniziato a manifestare pubblicamente tutto il proprio dissenso nei confronti di un'Amministrazione comunale che ha spesso dato l'impressione di non comprendere pienamente le esigenze delle aziende che operano in un territorio a vocazione turistica.

Oggi, ad un anno di distanza, quell'Amministrazione comunale non c'è più ma i problemi sono rimasti e noi siamo ancora qui perchè il dovere di rappresentanza nei confronti dei nostri Associati ci impone ancora una volta il ruolo di portavoce delle imprese di commercio, turismo e servizi del Comune di Lerici.

Lo stato di salute delle attività commerciali Lericine continua ad essere preoccupante e crediamo, come credevamo l'anno scorso, che ciò meriti un momento di riflessione e di attenzione particolare da parte di chi riceverà il mandato a governare il territorio.

E' necessario trovare soluzioni immediate per fronteggiare la crisi che investe tutto il comparto commerciale, ed è necessario farlo conciliando questa esigenza con il rispetto per la vita dei cittadini.

Perciò, ancora una volta – con l'atteggiamento positivo e propositivo di sempre – presentiamo una serie di richieste che riteniamo imprescindibili e che rappresentano condizioni preliminari essenziali per rendere Lerici una città vivibile ma ospitale, per garantire un futuro alle aziende che vi hanno investito e per tenere finalmente fede all'art. 1 del proprio statuto nel quale si afferma che Lerici è un comune a vocazione turistica:

1. Mantenimento del regime di Zona a Traffico Limitato nel periodo dal 15 giugno al 15 settembre per  i centri storici di Lerici e San Terenzo  ed organizzazione e fornitura di adeguati servizi di trasporto, di accoglienza ed informazione turistica ai varchi di accesso della ZTL ed all’interno dei centri urbani. Radicale semplificazione della regolamentazione degli accessi e della sosta per residenti e visitatori. Adozione di tecnologie per il pagamento della sosta a distanza tramite telefoni cellulari. Programmazione a breve-medio termine di ampliamento, anche tramite strutture leggere di sopra-elevazione, dei parcheggi esistenti alla Venere Azzurra;

2. Realizzazione di un vero e proprio porticciolo turistico capace di connotare Lerici ed attrarre flussi di diportisti;

3. Ideazione e realizzazione di un piano di sviluppo turistico che preveda come e dove indirizzare gli investimenti pubblici per creare, nell’intero comprensorio comunale, le condizioni di crescita per le imprese esistenti e per la nascita di nuove imprese attraverso un incremento dei flussi turistici da governare con equilibrio e competenza;

4.  Adozione e realizzazione di un piano di marketing in grado di promuovere il comprensorio di Lerici a livello internazionale valorizzando al meglio le risorse ambientali, paesaggistiche e culturali a disposizione (è necessario ricostruire e gestire in maniera adeguata il sito internet del Comune);

5. Ideazione e realizzazione di un piano per il rifacimento dell’impianto di illuminazione urbana;

6. Ideazione e realizzazione di un piano per l’arredo ed il decoro urbano;

7. Ideazione e realizzazione di un piano per la sistemazione della rete fognaria;

8. Razionalizzazione e miglioramento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti;

9. Ideazione e realizzazione di un piano di trasporto marittimo che metta in collegamento Lerici con tutte le altre realtà del Golfo e della costa creando migliori condizioni di fruibilità agli imbarchi da parte di chi arriva a Lerici da terra ed offrendo servizi più adeguati per la visita del territorio da parte di chi arriva via mare;

10. Organizzazione e gestione dei punti di accoglienza alla Spezia sia presso la  Stazione Marittima che presso la Stazione Ferroviaria, assicurando così una adeguata azione di promozione del comprensorio di Lerici;

11. Istituzione di un Osservatorio permanente (Comune-Rete Imprese) per il monitoraggio della spesa destinata a finanziare le iniziative di sviluppo turistico.

Più informazioni su