laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia batte Correggio ora manca solo la matematica alla festa salvezza

Più informazioni su

I rossoneri di Alessandro Cupisti battono al “Vecchio Mercato” gli emiliani del Correggio facendo un passo molto importante verso la salvezza. I gol di Dolce e Borsi affondano i biancorossi guidata da Mattia Carboni. Non è stata una gara facile perché l’ex Bertran in serata di vena ha tenuto a lungo in partita la formazione emiliana. Il Presidente Corona dichiara “Faremo festa quando ci sarà la matematica certezza, però voglio sbilanciarmi oggi abbiamo vinto il nostro sesto scudetto consecutivo e l’anno prossimo sarà il settimo Campionato di serie A1 e’ una salvezza che regaliamo alla Città, noi siamo un’eccellenza sportiva per il nostro territorio, sarebbe importante che tutti lo capissero, ci vediamo il prossimo anno in serie A1. E’ una salvezza che porta  il nome di Alessandro Cupisti – conclude Corona – tre le salvezze consecutive da lui conquistate a Sarzana, frutto delle sue capacità e del suo carisma, da lui partiremo a costruire il nostro futuro. (nella foto di Paolo Tronfi immagini della partita). 

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – CORREGGIO HOCKEY  8 – 4 (3 – 2)

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA: Corona (Garofalo), Fioravanti, Squeo, Rossi, Sterpini (1), Vargas, Dolce (4), Pistelli (1), Borsi (2). Allenatore Alessandro Cupisti.

CORREGGIO HOCKEY: Comin (Resigno), Fattori (2), Balmaceda , Bertran (2), Pozzi, Orfei, Bonucchi, Beato, Malagoli. Allenatore Mattia Carboni.

Arbitri: Sig. Carmazzi (LU) – Sig. Rotelli (LU) ausiliario Sig. Righetti (SP)

“Faremo  festa quando ci sarà la matematica certezza, però voglio sbilanciarmi oggi abbiamo vinto il nostro sesto scudetto consecutivo e l’anno prossimo sarà il settimo campionato di serie A1, e’ una salvezza che regaliamo alla Città, noi siamo un’eccellenza sportiva per il nostro territorio, sarebbe importante che tutti lo capissero, ci vediamo il prossimo anno in serie A1. E’ una salvezza che porta  il nome di Alessandro Cupisti – continua Corona – tre le salvezze consecutive da lui conquistate a Sarzana, frutto delle sue capacità e del suo carisma, da lui partiremo a costruire il nostro futuro. Il mister è il punto di riferimento per tutti i dirigenti, una persona saggia che regala tranquillità anche nei momenti più difficili. Tra quindici giorni arriverà a Sarzana il CGC Viareggio – conclude il Presidente –  è la squadra più in forma del momento. Sarà giornata rossonera e saremo in diretta RAI, quella contro il CGC   dovrà essere una serata di festa, il clima sta diventando mite e le serate al Vecchio Mercato cominciano ad essere piacevoli, spero di vedere tutto il nostro meraviglioso settore giovanile in tribuna e chiedo alla nostra fantastica curva di essere protagonista di questa serata. Gli ultras  ci hanno sostenuto tutta la stagione e senza di loro al nostro fianco sarebbe stato difficile costruire la nostra salvezza.”

Infine parlando della situazione economica e del futuro incalza “la serie A1 è un’eccellenza per tutta la città, non ho voglia di vivere alla giornata come gli scorsi anni e voglio da subito programmare il futuro della prossima stagione, se tutti, istituzioni, tifosi si stringono a noi, il prossimo anno potremmo ancora regalare emozioni alla città altrimenti la serie A1 sarà in futuro solo un bellissimo ricordo, mi auguro presto di avere delle risposte positive”. Ma veniamo alla gara Mattia Carboni schiera il suo starting-five titolare, capitanato da Bonucchi insieme a  Bertran e alla coppia d’attacco Balmaceda e Fattori con Comin alla difesa della porta, con a disposizione Malagoli, Beato, Pozzi , Orfei e il secondo portiere Resigno. Cupisti risponde con Corona tra i pali, Sterpini, Squeo, Borsi e Dolce. Per la cronaca  partita  subito in salita per la squadra emiliana con il Sarzana che dopo 1’,20” trova la rete del vantaggio con Dolce, lesto a riprendere una respinta di Comin sulla conclusione di Borsi e a depositare la sfera in rete. Sarzana scatenato con Dolce protagonista, al 3’,56” quando  l’attaccante rossonero ruba palla a Bonucchi  a centro pista e si presenta tutto solo davanti a Comin e mette la palla in rete. Non passano neppure 20” che ancora Dolce sfrutta al meglio un assist aereo di Borsi e porta il parziale della gara sul 3 a 0 a favore dei padroni di casa. Sembra partita chiusa e invece Correggio sfrutta un Sarzana che cala vistosamente il ritmo e rientra in partita, all’ 8’,30” l’ex Bertran salta in velocità Dolce e Borsi e, appena entrato in area lascia, partire una conclusione rasoterra che batte Corona. All’ 11’,25” ancora in rete la formazione emiliana, Beato lancia Fattori che prima del limite dell’area lascia partire una conclusione che sorprende Corona. Sul punteggio di 3 a 2 sono bravi i due portieri: Comin chiude la sua porta sulle conclusioni degli attaccanti di casa e Corona è determinante in almeno tre occasioni a tu per tu sugli uomini di Mattia Carboni. Il primo tempo si chiude con il Carispezia in vantaggio con il punteggio di 3 a 2. Nel secondo tempo  ancora pericolosi gli ospiti con Victor Bertran che sente “l’aria del Vecchio Mercato” e si scatena: il “gaucho” argentino al 27’,47” parte dalla sua metà pista in velocità e dal vertice dell’area lascia partire una conclusione che fa secco Corona. E’ il miglior momento della formazione correggese che trova il vantaggio con Fattori al 31’,03” bravissimo a riprendere una respinta di Corona e con una conclusione volante mettere la sfera in rete per il vantaggio emiliano. Capitan Sterpini  dopo 40” riporta subito in parità la contesa. La squadra rossonera ritrova serenità e inizia a macinare gioco e al 40’,06” trova il vantaggio con Dolce bravissimo a sfruttare un prezioso assist di Borsi, ancora Borsi in veste di “assist man” al 42’,37” quando serve un delizioso passaggio aereo a Pistelli il quale è molto bravo a trasformarlo in rete. Emozioni da una parte e dall’altra, ma Sarzana sicura di se e partita che si trascina sino all’ultimo minuto quando Borsi mette a segno la sua doppietta personale quanfo al 48’,44” riprende una respinta di Corona e si invola verso la porta correggese, scambia con Dolce e mette la sfera alle spalle di Comin. Poi a 15” da suono della sirena finale riprende una corta respinta in area e mette la palla in rete per il definitivo 8 a 4. Ora la salvezza è veramente  a un passo anche perché il Prato perdendo a Bassano dista dalla formazione rossonera di ben undici punti. Mister Cupisti a fine gara, molto contento per risultato, rimbrotta però i suoi “ci siamo complicati la vita abbiamo smesso di giocare, però non abbiamo perso la testa e abbiamo ricominciato  a  costruire buone trame di gioco e abbiamo portato a casa il risultato che era la cosa più importante”.

Poi incalzato dal cronista che chiedeva se il  Sarzana avrebbe potuto fare qualche cosa di  più il mister Viareggino dichiarava “ Noi sapevamo sin dall’inizio che avevamo un calendario molto difficile e che le partite per noi più normali erano le ultime sette, vi garantisco che non è facile giocare cinque o sei partite e non raccogliere punti e quindi serve molto cervello e su questo i miei ragazzi hanno saputo certamente lavorare. Perciò bisogna ringraziare i giocatori che ci hanno creduto e alla fine e sono venuti fuori i risultati. E con questa partita non è matematica la salvezza ma siamo salvi”. Prossimo turno Sarzana che gioca in trasferta a San Daniele Po, Sabato 14 Marzo 2015 contro il Pieve 2010.

Più informazioni su