laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Giornata internazionale della donna con una mostra al Circolo Culturale “A.Del Santo”

Più informazioni su

LA SPEZIA – Anche quest’anno il Circolo Culturale “A.Del Santo” (via Don Minzoni, 62) non ha disatteso la ricorrenza della Giornata internazionale della donna, proponendo una collettiva che riunisce dipinti, sculture e disegni di Giovanna Augello, Rosella Balsano, Guido Barbagli, Antonella Boracchia, Ferdinando Brogi, Alfredo Coquio, Lucilla Della Scala, Angiolo Del Santo, Umberta Forti, Giobatta Framarin, Giuliana Garbusi, Neddi Gianrossi, Anna Maria Giarrizzo, Enrico Imberciadori, Mario Maddaluno, Marisa Marino, Sergio Maucci, Nina Meloni, Fabrizio Mismas, Pierluigi Morelli, Graziella Mori, Cettina Nardiello, Franco Ortis, Maria Pia Pasquali, Marina  Passaro, Malia Pescara Di Diana, Maria Luisa Petri, Mirella Raggi, Rosa Maria Santarelli, Giovanni  Santernetti e Maria Rosa Taliercio. Tre interventi, rispettivamente di Guido Barbagli, Gabriella Mignani e Donatella Zanello, hanno offerto significativi spunti di riflessione sulla presenza della donna nella società e, in particolare, nelle attività culturali.

È ben noto che per lungo tempo è prevalsa un’imperdonabile trascuratezza nel confronti della donna-artista. Ne ha parlato in modo esteso Guido Barbagli, richiamando i nomi di molte protagoniste, spesso poco conosciute o addirittura sconosciute, che sin dal XV secolo hanno messo in luce il loro valore, gradualmente acquisito con  convinta considerazione nella storia dell’arte del passato e del presente. La vice-presidente Mignani ha invece dedicato la sua riflessione su alcuni aspetti critici riguardanti la donna, con riferimento sia alle attività lavorative sia ai deplorevoli episodi di abuso e di violenza che esse subiscono. La poetessa Donatello Zanello, prima di leggere alcune sue apprezzabili poesie, ha sottolineato l’esistenza di un’ottima letteratura al femminile e di una concreta dimensione femminile della poesia, partecipe di una sensibilità creativa che si caratterizza per i contributi esteticamente validi apportati nel vasto universo poetico. In particolare ha evidenziato come le donne che scrivono versi non eludono l’affermazione della loro femminilità. La collettiva è visitabile sino al 16 marzo, dal martedì al sabato, dalle 17.30 alle 19.30.

Valerio P.Cremolini

Più informazioni su