laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Voleva risposarsi ma già riconosciuta per bigamia

Più informazioni su

SARZANA – Alle ore 10 di ieri si presentava presso il Commissariato di P.S. di Sarzana una cinquantenne sarzanese accompagnata da un cittadino tunisino 28enne, asserendo di esserne la moglie e di volerne regolarizzare la posizione attraverso la richiesta di permesso di soggiorno per motivi di famiglia. La signora a corredo della pratica presentava un certificato di matrimonio tunisino tradotto e legalizzato ed una autocertificazione relativa allo stato di famiglia in cui risultava appartenere allo stesso nucleo familiare del marito tunisino con il quale si era presentata allo sportello. Gli operatori della polizia di stato effettuavano i controlli di rito in banca dati dai quali risultava che la signora era attualmente sposata con un altro cittadino tunisino della stessa età del richiedente il permesso di soggiorno. Inoltre dagli accertamenti anagrafici esperiti risultava che la signora era indicata come ancora componente del nucleo familiare con il primo marito e già segnalata all'A.G. per bigamia. La signora ammetteva di essere a conoscenza di aver già contratto matrimonio in corso di validità ma che a causa di incomprensioni si era allontanata dal marito per recarsi in Tunisia ove si era risposata mentendo alle autorità tunisine sul suo stato coniugale. A conclusione della vicenda la Polizia indagava in stato di libertà la signora per Falso in dichiarazioni sostitutive e certificazioni ( Art.46 D.P.R. 445/2000)e per agevolazione all'ingresso illegale di stranieri nel territorio dello stato italiano ( art.12 del Testo Unico sull'Immigrazione).

Più informazioni su