laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il fai sfai e rifai

Più informazioni su

Lo stupore e le riflessioni dell’associazione Mangia Trekking

LA SPEZIA – Nei giorni scorsi abbiamo osservato che nel Golfo dei Poeti, nel quartiere di Rebocco, precisamente nel punto da cui parte l’antica scalinata di Maggiano, che conduce anche nelle località di Sant’Anna, del Passo della Foce, del Vignale, in Val di Vara,  nelle Cinque Terre ecc. ecc., un camion, una trivellatrice e tre operai al lavoro, erano intenti a montare  un palo di ferro con una bandierina direzionale dei sentieri con adesivo. Quello che lasciava perplessi gli intervenuti, era che tale palo veniva applicato in una aiuola, vicinissimo ad una bella segnaletica della medesima scalinata, esistente sul posto da tanti anni,  in una zona già molto ben segnata con materiali naturali.

Il giorno dopo, abbiamo osservato, arrivare altri operai, molto ben organizzati, anche con una piccola ruspa, che incaricati dalla Telecom di stendere la fibra ottica per internet, procedevano a rimuovere il palo appena installato e scavare in una parte dell’aiuola. Ed al termine del loro incarico, risistemavano il tratto dell’aiuola e procedevano nuovamente ad  installare il palo con la brutta bandierina metallica con adesivo. Una tipica procedura delle lavorazioni pubbliche nel nostro territorio. Con l’occasione l’associazione Mangia Trekking mentre osserva questo “fai e rifai”, si domanda quale sia il livello di coordinamento e comunicazione tra i vari uffici comunali, e quanto costi alla comunità la disorganizzazione.

Inoltre l’associazione auspica che da oggi il Comune di La Spezia, oltre che a piantare inutili pali metallici nelle aiuole, provveda alla loro pulizia e cura, soprattutto piantandovi invece fiori e manti erbosi.

Più informazioni su