laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

AIL dona televisore all’ospedale di Sarzana

Più informazioni su

LA SPEZIA – L'AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie, linfomi e mieloma) “Francesca Lanzone”, sezione della Spezia, ha donato alla S.C. Immunoematologia e Medicina Trasfusionale di ASL5, diretta dalla Dott.ssa Fiamma Rollandi, un televisore per la sala donatori dell’Unità di Raccolta situata c/o l’Ospedale S. Bartolomeo di Sarzana.

La cerimonia di consegna, svoltasi il 16 Marzo 2015  presso la sede dell’Unità di Raccolta  di Sarzana  alla presenza della Dott.ssa Rollandi, della Dott.ssa Decia Carlucci, Direttore del Presidio Ospedaliero del Levante Ligure, della Sig.ra Simonetta Bonati Lanzone, Presidente dell’AIL La Spezia, e del Presidente AVIS Comunale Sarzana Sig. Alessandro Lanfranchi, è stata una gradita occasione per ringraziare tutti i membri dell’Associazione per questa nuova dimostrazione di solidarietà e per evidenziare i frutti di uno stretto rapporto di collaborazione consolidatosi sempre più  nel corso degli anni.

L’Associazione AIL spezzina “Francesca Lanzone” è stata costituita nel Maggio del 1998, grazie all’apporto del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale, con il ruolo fondamentale di affiancarsi alle Strutture Ospedaliere che si occupano degli ammalati, affetti da malattie ematologiche, della nostra provincia. Tale collaborazione ha permesso di mettere a frutto i fondi raccolti, finanziando importanti progetti di ricerca  e diagnostica,  acquistando  attrezzature di fondamentale importanza clinica e terapeutica. Tra queste: un separatore cellulare Cobe Spectra, estremamente prezioso poiché permette, ai pazienti affetti da gravi malattie neurologiche, nefrologiche, ematologiche e infettive acute, di poter effettuare  le terapie aferetiche nella nostra struttura ospedaliera, riducendo il ricorso a strutture esterne in Regione e fuori Regione, un congelatore per la conservazione del Plasma di donatore a – 70°C ed un separatore cellulare portatile per la raccolta di sangue multicomponent presso l’unità di raccolta  dell’Ospedale di Sarzana.

Oltre al finanziamento di  progetti di ricerca, attraverso contratti di collaborazione per un Biologo dedicato al Laboratorio di Biologia Molecolare del Servizio Immuno-Trasfusionale ed allo sviluppo di iniziative per la “Promozione della donazione, Campagna Sangue”, l’AIL coopera  al progetto per la donazione del sangue placentare, promuovendo la divulgazione delle modalità e delle finalità delle donazioni di sangue cordonale.

Nel 2014 e nel 2004, inoltre, L’Associazione ha contribuito ad acquistare un’autovettura utilizzata per il servizio di Terapia Trasfusionale Domiciliare, riservato ai pazienti affetti da gravi malattie ematologiche che non possono recarsi all’Ambulatorio di Terapia Trasfusionale (più di 300 prestazioni/anno).

Negli anni 2005 e 2006 l’AIL ha provveduto alla ristrutturazione dei locali del Servizio Trasfusionale dedicati alla Terapia Trasfusionale, costituiti da una stanza per la degenza dei pazienti e da un bagno privato; questo ha permesso di migliorare l’attività assistenziale e clinico-terapeutica dell’ Ambulatorio di Terapia Trasfusionale, dedicata  ai pazienti bisognosi di supporto trasfusionale (circa 100-150 per quasi 1000 accessi/anno), i quali altrimenti graviterebbero sui reparti di degenza ospedaliera. Nel  2012 la stanza di degenza dei pazienti è stata completata con la donazione degli arredi.

Dal 2011 al 2014 l’Associazione inoltre ha donato tre  televisori utilizzati nella sala donazioni, nella stessa stanza di degenza dei pazienti e nella sala d’attesa dei donatori c/o la sede del SIMT dell’Ospedale S. Andrea di La Spezia.

Dal 2000 ad oggi, tra investimenti e progetti realizzati, il valore delle donazioni di AIL ha superato i 200.000 Euro.

Grazie alla generosità di tante persone che hanno creduto nella Sezione e che continuano a sostenerla, l’AIL ha contribuito a migliorare l’operatività di diversi Reparti Ospedalieri di ASL5 con il fine di consentire a sempre più malati di essere assistiti al meglio.

In particolare, l’attività di raccolta sangue dai donatori  permette di garantire il necessario supporto trasfusionale ai pazienti della Provincia ricoverati negli Ospedali spezzini per gravi malattie ematologiche, per pazienti che devono sottoporsi ad interventi chirurgici, pazienti affetti da malattie croniche e per le urgenze del Pronto Soccorso.

Con il suo contributo l’AIL collabora concretamente a diffondere la cultura della “donazione” e a migliorare l’accoglienza dei donatori di sangue presso il SIMT, sede di La Spezia e ora anche di Sarzana.

E’ possibile “aiutare l’AIL ad aiutarci” con l’acquisto delle uova di Pasqua che saranno disponibili nelle piazze della Provincia nei giorni 20, 21 e 22 marzo.

Più informazioni su