laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Recupero terre incolte

Più informazioni su

Progetto di Manutenzione, ricostruzione e miglioramento dei sentieri in località Costa da Posa del comune di Riomaggiore, finanziato dal Gal Provincia della Spezia

LA SPEZIA – Alla presenza di Luciano Cappellini, assessore del Comune di Riomaggiore, Massimo Federici Presidente del GAL Provincia della Spezia, Mara Bertolotto Sindaco di Pignone, Loris Figoli Sindaco di Riccò del Golfo e Susanna Citi referente del Gal Provincia della Spezia,sono stati presentati i risultati fin’ora ottenuti dal Progetto del Comune di Riomaggiore “Manutenzione e ripristino delle percorrenze  e ricostruzione dei gradoni di collegamento fra le diverse fasce di terreno, riapertura e miglioramento dei percorsi viari al fine di consentire un migliore accesso e una migliore gestione dei vigneti in località Costa da Posa” e  finanziato dal GAL Provincia della Spezia nell’ambito del progetto di cooperazione interterritoriale “Recupero Terre Incolte”- misura 421 PSR 2007-2013.

“Il Progetto Recupero Terre Incolte capofilato dal Gal Provincia della Spezia – relaziona il Presidente del Gal Massimo Federici,- nasce come risposta agli eventi alluvionali degli ultimi anni e ha come obiettivo quello di ridare all’agricoltura il ruolo primario di PRESIDIO DEL TERRITORIO ed è’ stato il primo progetto di cooperazione interterritoriale presentato in Regione Liguria nella programmazione 2007-2013. 

Nel particolare per il Progetto del Comune di Riomaggiore “Manutenzione, ricostruzione e miglioramento dei sentieri in località Costa da Posa,” continua il presidente, il Gal Provincia della Spezia ha approvato un contributo di € 160.000 circa, contribuendo a recuperare sentieri e terreni che caratterizzano l’agricoltura eroica delle Cinque Terre.
 
Nel corso della conferenza stampa è stata effettuata una verifica sullo stato dei lavori che riguardano il recupero della rete sentieristica agricola sulle tre zone cru di produzione del vino 5 terre DOP/DOC e 5 terre sciacchetrà.
L’incontro con gli amministratori è stata inoltre l’occasione per confrontarsi in merito alla nuova programmazione 2014-2020.

Più informazioni su