laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Serata del Panathlon all’hotel NH dedicata a Bruno Visintin

Più informazioni su

LA SPEZIA – Un tuffo sul ring quando il nome della Spezia era sinonimo di campioni. Lo ha compiuto il Panathlon club presieduto da Angelo Molinari rievocando la figura di Bruno Visintin, uno che ha scritto pagine gloriose di pugilato conquistando e difendendo per anni la cintura continentale. Erano i tempi della “noble art”, quando lo sport della boxe era seguitissimo e quando La Spezia era uno dei capisaldi del panorama nazionale. Ad evidenziare la figura di Bruno Visintin, recentemente scomparso, sono state la figlia Giorgia e Bonaria Loi, figlia di Duilio, grande avversario del pugile spezzino, ma anche suo grande amico. Bruno e Duilio sono stati avversari sul ring e molto legati nella vita.


Ora il rapporto bellissimo prosegue con protagoniste le figlie di entrambi i campioni. E il Panathlon della Spezia di cui Bruno Visintin era socio onorario, ha voluto riprendere l’attività annuale dedicandogli un meeting (titolo “La grande boxe”) che ha strappato più volte applausi. I due combattimenti tra Visintin e Loi, vinti entrambi da quest’ultimo ai punti sono stati naturalmente al centro della serata. Anche perché il secondo, svoltosi al Vigorelli di Milano, il 13 febbraio del ’60, scatenò proteste e suscitò rammarico, in quanto la vittoria pareva arridere allo spezzino. Ma anche un verdetto discusso non scalfì l’amicizia tra Loi e Visintin, come ha ricordato la figlia del campione triestino, perché qualche mese dopo quando il padre si preparava per sfidare l’americano Ortiz per la cintura mondiale, Visintin gli fece da sparting-partner, con una umiltà ed un fair-play degne di un grande campione. Alla serata presenti tra gli altri Federico Ghio, presidente del distretto Italia del Panathlon, accompagnato dal governatore della Liguria, Giorgio Costa (già sindaco di Rapallo) e dal segretario Renzo Romiti. Presenti anche l’assessore allo sport del Comune, Patrizia Saccone e il colonnello Giuseppe Lauriola, comandante del centro logistico di supporto aerale dell’aeronautica militare. Quest’ultimo figura di grande sportivo, insegnante di scienze motori, di recente è stato accompagnatore di Graziano Carrozzo (La Spezia Special Olympics) alla Roma-Ostia.

Nelle foto: Giorgia Visintin e Bonaria Loi. Le figlie dei due campioni posano con le autorità presenti.

Più informazioni su