laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Smantellata banda di truffatori che per anni ha imperversato a Sarzana e nella Val di Magra

Più informazioni su

Scoperti quattro evasori totali che hanno sottratto all’erario ricavi non dichiarati per oltre due milioni di euro. Segnalate all’autorità giudiziaria 6 persone per reati tributari, fallimentari e ambientali, lavoro nero. Percosse e minacce ai clienti

SARZANA – La Tenenza della Guardia di Finanza di Sarzana ha portato a termine, nei giorni scorsi, una lunga e complessa attività di Polizia Tributaria e Giudiziaria che ha portato alla denuncia di sei persone, tutte di nazionalità italiana, che negli ultimi anni si sono rese protagoniste di una lunga serie di delitti; il sodalizio criminale ha gestito in modo illecito aziende operanti nel settore delle attività professionali ma anche della vendita al minuto ed all’ingrosso di materiale per l’edilizia, mobili di arredamento, accessori per la casa e sanitari.
L’attività di servizio ha esaminato l’evoluzione storica del gruppo che, attraverso l’utilizzazione di 4 ditte, tutte operanti in maniera sconosciuta al Fisco ed attive a Sarzana nel medesimo capannone, ha inanellato una sequenza di violazioni di natura tributaria che ha consentito di far emergere elementi di reddito sottratti all’imposizione diretta per oltre due milioni e duecentomila euro nonché violazioni all’I.V.A. per più di mezzo milione di euro.
Le aziende facevano da paravento per la consumazione di una serie di truffe condotte ai danni di decine di clienti – acquirenti di beni e servizi – ai quali, a fronte anche di pagamenti anticipati, non è stato consegnato alcun prodotto o corrisposta alcuna prestazione; i medesimi

beni erano a volte oggetto di più anticipi incassati contestualmente da diversi ignari potenziali compratori.
Taluni clienti delle imprese ispezionate, inoltre, sono stati sottoposti a veri e propri atti di violenza attraverso vessazioni psicologiche ed intimidazioni per impedire loro di segnalare situazioni anomale; da qui la contestazione dei reati di estorsione, minacce, lesioni, diffamazione ed ingiuria. Le investigazioni sulle truffe hanno portato le Fiamme Gialle a far luce anche su un clamoroso furto di prodotti alimentari destinati al mercato estero canadese, per la ragguardevole cifra di 500.000 euro circa, di cui è responsabile la medesima compagine malavitosa.
L’Autorità comunale locale ha disposto, su sollecitazione della Guardia di Finanza di Sarzana, la sospensione della licenza di esercizio e la chiusura al pubblico per ogni attività imprenditoriale esercitata nel sito occupato dalle aziende verificate. È l’atto finale che pone termine alle ruberie della banda e che interrompe la lunga sequenza di eventi delittuosi.

Sconcertante la serie di reati segnalati all’Autorità Giudiziaria spezzina: annotazione di fatture false, occultamento e distruzione di scritture contabili, omessa dichiarazione di imposta, bancarotta fraudolenta patrimoniale, insolvenza fraudolenta, impiego di lavoratori irregolari (tra i quali un minorenne ed extra-comunitari), falsità in scrittura privata, falsa attestazione resa a pubblico ufficiale, appropriazione indebita, ricettazione, estorsione, minacce, lesioni, diffamazione ed ingiuria nonché guida senza patente. Sono stati sottoposti a sequestro un’area di 800 mq. adibita a discarica di rifiuti pericolosi e n. 2 autoveicoli.

Più informazioni su