laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Cure palliative domiciliari

Più informazioni su

Nuovo protocollo d’intesa tra Fondazione Carispezia, Asl 5 Spezzino e Associazione Gigi Ghirotti Onlus

LA SPEZIA – A seguito del completamento della fase sperimentale del servizio domiciliare di cure palliative ai malati oncologici terminali della provincia spezzina, sostenuto prevalentemente dalla Fondazione Carispezia fin dal 2008, è stato raggiunto un nuovo accordo tra Asl, Fondazione Carispezia e Associazione Gigi Ghirotti che prevede il prevalente impiego di risorse pubbliche.
 
Con il 2015 è stata definitivamente avviata dall’Asl la Struttura Semplice Dipartimentale Cure Palliative diretta dal dr. Mario Bregnocchi e dotata di personale infermieristico, i cui servizi domiciliari sono integrati dall’attività della Gigi Ghirotti. La Asl ha inoltre recentemente richiesto deroghe alla Regione Liguria per due ulteriori medici palliativisti e sei infermieri dedicati, nell’ottica di una gestione autonoma delle cure palliative, al fine di pervenire, al termine del corrente anno, ad una gestione diretta e autonoma del servizio.
Il nuovo accordo prevede che la Asl, oltre all’impiego del proprio personale, contribuisca con 100.000 euro all’attività dell’Associazione Gigi Ghirotti consentendo alla Fondazione di contenere in 45.000 euro il proprio sostegno finanziario, in modo che giunga a completamento l’innovativo percorso di collaborazione pubblico-privato iniziato nel 2008. La Fondazione potrà così impegnare nuove risorse a favore di altre iniziative rivolte a patologie di particolare complessità e impatto sociale.
 
Dal 2008 Fondazione Carispezia ha destinato al servizio cure palliative oltre un milione e mezzo di euro, cui si sono aggiunti il contributo di 250 mila euro da parte dell’Asl e di 90 mila euro dall’Associazione Gigi Ghirotti, che hanno garantito l’assistenza nel proprio domicilio di circa 700 malati in tutto il territorio provinciale.
 
Efficienza e qualità del servizio hanno fatto sì che non esista alcuna lista d’attesa: i pazienti sono presi in carico nel più breve tempo possibile – e comunque non oltre le 72 ore previste dalle vigenti disposizioni – e l’assistenza è assicurata senza pause 24 ore al giorno.
 
L’assistenza domiciliare al malato terminale può essere richiesta mediante segnalazione al centro di ascolto dell’Associazione Gigi Ghirotti, attivo presso la Struttura Semplice Dipartimentale Cure Palliative, da parte del medico di medicina generale, dei reparti ospedalieri, dei Distretti sociosanitari, del medesimo paziente o dei familiari previo accordo con il medico di famiglia. È inoltre attivo il numero verde 800 – 360331 tramite cui è possibile effettuare la richiesta di assistenza, che sarà tempestivamente valutata dal responsabile della Struttura Cure Palliative insieme al medico di famiglia.
 
Fondazione Carispezia, al fine di migliorare la conoscenza del servizio e l’accesso alle informazioni utili per i familiari dei malati terminali che necessitano questo tipo di cure, ha realizzato un sito web dedicato che sarà attivo dalla metà del mese di aprile all’indirizzo www.curepalliative-sp.it.

Più informazioni su