laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Successo del secondo workshop sulle architetture parallele ad alte prestazioni e cloud computing

Più informazioni su

Organizzato dal Distretto Ligure delle Tecnologie Marine

LERICI – E’ stato un workshop altamente qualificato, affollato e partecipato quello che si è tenuto oggi, venerdì 27 marzo, a Villa Marigola di Lerici, organizzato dal Distretto Ligure delle Tecnologie Marine nato da una felice intuizione del Presidente Lorenzo Forcieri, in collaborazione con  HP, Lenovo, Fujitsu, Intel, Nvidia, E4, Nice e Var Group,  leader del settore.

Lo scopo dell’incontro era quello di presentare lo stato dell’arte del software e dell’hardware su calcolo parallelo e cloud computing e il conseguente potenziale di innovazione e i vantaggi competitivi derivanti dall’utilizzo di queste tecnologie che, come è stato affermato più volte durante gli interventi, sono di importanza fondamentale per le PMI e le grandi imprese ad alto contenuto tecnologico (più volte sono stati richiamati i vantaggi del cloud computing cioè efficienza, flessibilità ed elevato utilizzo). E nonostante ci siano ancora difficoltà nelle procedure legate agli investimenti in ricerca, il DLTM, attraverso la struttura del proprio laboratorio di High Performance Computing, è impegnato a fornire servizi sempre aggiornati e tecnologicamente avanzati alle aziende, che solo in questo modo possono stare al passo dei tempi e restare altamente competitivi senza accollarsi investimenti non sostenibili. Il Dltm, in pratica, come promotore di ricerca e innovazione per tutto il mondo delle imprese tecnologicamente avanzate.

All’importante appuntamento hanno partecipato realtà affermate nel settore come l’ IT Center dell'Università di Pisa (esperti di HPC e Big Data), CINECA, il più grande centro di calcolo italiano e CNR IMATI (esperti di elaborazione HPC in ambito Bioinformatico).

Oltre alla  presentazione degli gli attuali servizi presenti all'interno del Centro di Supercalcolo del DLTM e il progetto del nuovo Centro di Calcolo nel contesto dei Cooperative Research Lab del Distretto, sono emerse poi le nuove frontiere dell'HPC, come ad esempio la genomica e i bigdata, il tema sulla privacy nel sistema cloud computing, presentate alcune applicazioni “computational intensive” con notevole potenza di calcolo nominale, il tema dell’energia assorbita da questi sistemi (evoluzione delle Architettue HPC verso l'Exascale Computing), quindi dell’efficienza dei vari elementi in gioco nei sistemi di calcolo avanzato e  l'evoluzione tecnologica delle reti a alte prestazioni per trattare sistemi complessi (modelli climatici, circolazione atmosferica e oceanografica globale, sistemi biologici, modelli per la fisica dei materiali, sistemi meccanici per l'ingegneria, etc.) che necessitano di algoritmi sofisticati e di una capacita' di elaborazione crescente.

Insomma, l’incontro organizzato dal DLTM, ha dimostrato che il Distretto stesso è oggi un punto di riferimento per la ricerca e l’innovazione e non solo a livello regionale. La speranza, come hanno sottolineato gli organizzatori, è che il sistema delle PMI faccia propria e sfrutti questa grande opportunità per innovare e restare competitivo sul mercato che cambia continuamente.

Più informazioni su