laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’Avvocato Andrea Ornati scende in campo con una lista civica

Più informazioni su

Appoggiata da Fiore, Baudone, Fedi ex assessori

LERICI – Un giovane, il ventinovenne Avvocato santerenzino Andrea Ornati, già presidente del consiglio comunale lericino, ci mette la faccia nel promuovere una lista civica appoggiata da Sel e rifondazione comunista. Lo affiancheranno nella “scalata” i dimissionari assessori ai lavori pubblici Michele Fiore, alla viabilità Dino Baudone, all’ambiente Veruska Fedi. Tutti giovani, pronti a dar battaglia per le prossime elezioni che si terranno il 31 maggio. Sabato, primo tra tutti i vari candidati, Ornati ha chiamato a raccolta a San Terenzo una trentina di persone (la maggior parte volti giovani) per iniziare incontri operativi nelle varie frazioni con l’intento di costruire il programma con la gente e non a tavolino.

“Elaboreremo il programma da presentare entro fine aprile – ha affermato Ornati – cercando di capire quali sono le risorse disponibili, purtroppo scarne dopo la causa Picedi, sapere quali sono le capacità di spesa e far presente ai cittadini in base alle problematiche presenti in ogni frazione (che noi monitoreremo con loro) come sono risolvibili e in quale tempo. Lerici non può più essere subalterna a Spezia e neppure gli amministratori. Tanto per fare un esempio bisognerà farsi sentire per la redazione del nuovo piano regolatore portuale”.

Intanto Ornati con i suoi compagni allestirà due tavoli programmatici: uno sul programma elettorale ed uno sulla gestione del territorio. Un modo per tastare il polso della gente e costruire insieme il programma. Le prossime tappe, dopo gli incontri operativi, saranno la raccolta di almeno 150 firme e la presentazione di sedici nomi per formare la lista entro fine aprile quando inizierà la campagna elettorale vera e propria.

Michele Fiore, che ha rinunciato a farsi capolista per marcare la discontinuità con la precedente giunta e non prestare il fianco alle critiche che lo avevano portato a sfiduciare la giunta Caluri per ambizioni personali, ha sottolineato come “la nuova lista si baserà su un progetto costruito insieme alla gente, non a tavolino, e non basato sui soliti sistemi di potere. Un progetto “spersonalizzato” che abbia il consenso dal basso”. Fiore ha precisato che in questo momento è in attesa del “verdetto” della commissione di garanzia PD dove intende difendere la sua dignità per la scelta della sfiducia dovuta a motivi esclusivamente politici e non per ambizioni personali. “Lo dimostra il fatto che non mi sono candidato capolista – ha affermato – dopo il giudizio della commissione comunque uscirò dal PD restando aperto alla collaborazione con tanti compagni che sosterranno la nostra lista”.Intanto Ornati & Company parteciperanno all’assemblea di domenica promossa dalle associazioni santerenzine. “Quando c’è un vuoto politico – ha affermato Fiore – proliferano associazioni e comitati che si autogestiscono. E’ quel che sta avvenendo nel Comune di Lerici. Per questo imposteremo la nostra lista e il nostro programma col contatto dal basso”. Una lista che si preannuncia una novità quanto a impostazione e contenuti nel panorama politico lericino.

Simona Pardini

Più informazioni su