laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

SPEZIA – BARI 1 – 0 | Nenè gol: Aquile al quinto posto. E martedì arriva l’Avellino

Più informazioni su

Nenè realizza il gol partita – Foto Patrizio Moretti 

La regular season delle Aquile si chiude con la vittoria per uno a zero sul Bari: decide Nenè al diciasettesimo della ripresa. Complice questo e gli altri risultati, lo Spezia dovrà vedersela martedì al Picco contro l'Avellino di Rastelli.

 

LA SPEZIA – In un Picco stracolmo di entusiasmo gli aquilotti scendono in campo in quella che è l'ultima gara della regular season del campionato cadetto. In attesa di conoscere l'avversario play off, obiettivo tre punti contro il Bari degli ex Ebagua ( non convocato ), Schiattarella, Bellomo Guarna e Nicola.

 
Bjelica sceglie il turnover, schierando un 4-4-2 che vede Chichizola tra i pali, De Col, Valentini, Piccolo e Milos in difesa, De Las Cuevas, Brezovec, Canadjija e Stevanovic sulla mediana e il duo Giannetti – Nenè in avanti. In panchina Catellani, Migliore, Kvrzic e il diffidato Situm. Juande va invece in tribuna.
 
Dirige l'incontro il Signor Manganiello della sezione di Pinerolo, assistito dai collaboratori Intagliata e Cangiano. Quarto ufficiale Serra.
 
LA PARTITA
 
Dopo un avvio blando, la prima occasione arriva al 7' e porta la firma di Donati, vicinissimo al gol con un colpo di testa che si stampa sulla traversa. 
 
Spezia addormentato e Bari sfortunato: un minuto più tardi arriva infatti il secondo legno per i pugliesi, questa volta con Caputo che di destro manda il pallone sul palo interno, a Chichizola battuto.
 
Prova ad affacciarsi in avanti lo Spezia con Nenè, ma la conclusione fuori area del numero ventuno brasiliano si spegne alta sul fondo.
 
Dal 20' cresce la manovra dei bianchi, pericolosi prima con un tiro di De Las Cuevas, smorzato però dalla difesa, e poi con il colpo di testa di Giannetti che costringe Micai al tuffo.
 
A un passo dal vantaggio le Aquile, con Brezovec che, servito da De Las Cuevas, non trova per un soffio la deviazione vincente.
 
Alla mezz'ora è ancora lo Spezia a sfiorare il vantaggio, questa volta con Stevanovic, servito in area da una splendida azione di Nenè sulla destra, ma sfortunato nel trovare Sabelli, che salva l'ormai battuto Micai.
 
Le occasioni non mancano da entrambe le parti e al 40' è il turno del Bari: azione di contropiede manovrata da Boateng e non finalizzata da Caputo, che a porta spalancata non trova incredibilmente la via del gol.
 
Finisce con questa azione la prima frazione di gioco, con le due squadre bloccate sullo zero a zero.
 
Alla ripresa, tenta al 3' di pescare il jolly da fuori area Gomelt, ma la palla termina alta.
 
Sugli sviluppi, Spezia vicino al vantaggio con Nenè, ma il colpo di testa dell'attaccante lambisce il palo alla sinistra di Micai.
 
Risponde il Bari con il terzo palo di giornata, colpito dall'ex Schiattarella.
 
Il primo cambio della partita arriva al 12', con Catellani che prende il posto di Giannetti.
 
Gol sbagliato da una parte e gol segnato dall'altra: al 17' è Nenè, servito ottimamente da De Las Cuevas, a portare in vantaggio lo Spezia con un piattone che non lascia scampo a Micai. Quarto gol stagionale per il brasiliano.
 
Gli aquilotti non si accontentano, sfiorando il raddoppio due minuti dopo con De Col che non trova il guizzo giusto per mettere al centro da buona posizione.
 
Il Bari non si arrende, riversandosi in avanti alla ricerca del pareggio: scatto di Caputo al 20' in area, ma Chichizola è super nell'uscita, anticipando l'attaccante pugliese.
 
Primo cambio anche per i galletti al 22', con De Luca che prende il posto di Boateng.
 
Al 28', si salva la retroguardia barese dopo una mischia in area avuta inizio da una punizione battuta da Brezovec.
 
Bjelica decide di mettere mano alla panchina, gettando nella mischia Acampora al posto di Stevanovic e Kvrzic per De Las Cuevas. Stesso discorso per Nicola che per l'ultimo quarto d'ora chiama in causa il duo Minicucci – Castrovilli al posto di Gomelt e Calderoni.
 
Al 39', bomba dal limite di Acampora e grande risposta di Micai; un minuto più tardi, invece, il neo entrato Kvrzic spreca, sparando alto a tu per tu con l'estremo difensore ospite.
 
Sul finire del match, azione confusa in area spezzina, ma alla fine la retroguardia aquilotta riesce a spazzare. Proteste di Donati per un presunto fallo di mano, ma secondo l'arbitro è tutto ok, ammonendo peraltro il centrocampista barese.
 
Brividi nel finale per un gol annullato a De Luca al 93', pescato però dall'assistente di Manganiello in posizione di off side.
 
Questa l'ultima azione del match: Spezia batte Bari uno a zero. Decide un incontro tutt'altro che scontato la rete di Nenè. Da sottolineare, infatti, la sfortuna del Bari con i tre legni colpiti.
 
Le Aquile, complice i risultati degli altri campi, chiudono così lo splendido campionato a quota 67, in quinta posizione. 
L'avversario play off sarà dunque l'Avellino, quest'oggi sconfitto tre a due a Brescia e classificatosi così all'ottavo posto, l'ultimo utile per entrare nella griglia finale.
 
Dunque, appuntamento casalingo con la storia a martedì 26 maggio: alle 21, scatenate l'inferno. Arrivano i Lupi…
 
Andrea Licari
 

Più informazioni su