laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La Danza dei Fili | Regia e Direzione Artistica a cura di Alessandra Silvia De Simone

Più informazioni su

Con il coinvolgimento di 85 ragazzi provenienti da alcune importanti scuole italiane, tra cui: Accademia La Maison de la Danse (La Spezia) Direttore Emmanuelle Ricco (con i migliori danzatori della scuola); FIDS Federazione Italiana Danza Sportiva (Torino) con Virginia Di Carlo, tre volte campionessa italiana SHOW DANCE DUO COMBI della FIDS sezione Diversamente Abili in collaborazione con ASD ENJOY LATIN DANCE STUDIO (Direttore Giorgio Bocca Coreografia di Stefania Ressia); Associazione Dilettantistica Sportiva PGS Auxiluim (Genova) Nata nel 1966, che oggi conta 1200 iscritti. Saranno presenti alcune delle migliori ginnaste di alta specializzazione; Il Coro Pueri Cantores della Cattedrale di Sarzana (La Spezia) . Direttore del coro: Alessandra Montali (con 30 splendide voci bianche)

Note d'Autore
La Danza dei Fili è uno Spettacolo di Unione di Arti (pittura, scultura, danza, musica, poesia, teatro, ginnastica ritmica, canto, ecc.). Ideato da Alessandra Silvia De Simone che ne cura la sceneggiatura, le coreografie dei fili, le scelte musicali, le maschere, realizzate con colori naturali, amido o carta pesta; il trucco, i costumi, ecc. Ha collaborato per anni con istituzioni internazionali, (il British Museum di Londra, il V&A ed altri). Laureata in Conservazione dei Beni culturali e specializzata in restauro di dipinti murali a Cremona e Doratura a Firenze. Dal 1992 al 2000 collabora per restauri di affreschi nel recupero di importanti monumenti Italiani (Reggia di Caserta, Palazzo Stanga, Chiesa di Sant Abbondio e Palazzo del Comune di Cremona, Castello di Masino, Museo Bagatti Valsecchi di Milano,ecc). Disegna e dipinge fin da bambina grazie alla guida di suo padre. Nel 2002 vince il primo prosto come miglior business plan, settore Arte& Cultura per la Regione Toscana. Dal 1997 cura progetti educativi settore arte e pittura per bambini. Dal 2008 redige progetti educativi di unione di arti che insieme interpretano i valori della pittura, passando come in un percorso istintivo e naturale dalla tela al palco, nonostante le sue tele restino comunque il suo principale strumento di comunicazione visiva. La Danza dei Fili è il suo più recente progetto, contenente un messaggio di pace e di solidarietà che l'artista lancia al mondo dei nostri giorni. l progetto è stato presentato a San Pietroburgo durante il 39° Congresso Mondiale sulla ricerca delle arti e della danza, il 19 Aprile 2015 e sarà presentato nuovamente al 41st CID World Congress in Vancouver/Whistler, Canada, a Luglio 2015.



PATROCINIO e PARTECIPAZIONI L'evento di Maggio 2015, è patrocinato dal Comune della Spezia.
 
PREVENDITA BIGLIETTI: I biglietti sono in vendita presso il botteghino del Teatro Civico della Spezia, oppure presso l'Accademia La Maison de la Danse Via Fontevivo 21/N (SP).
 
La Sceneggiatura
…In una notte stellata in cui tutti i bambini e gli uomini della terra, quasi per magia, dormivano serenamente, cullati dalla ninna nanna di un sogno lontano, profumato di rose, di camomilla, di bougainvillea e gelsomini, in cui tutto era luce, colore, calore e vita. In una notte di luna piena, le preghiere di tutti gli uomini del mondo, i loro più profondi desideri, le loro speranze, le loro interminabili attese, i pensieri e i sentimenti più sinceri, si univano all'improvviso, intrecciandosi indissolubilmente, come se gli uni appartenessero agli altri; sentimenti d'amore, d'amicizia, di solidarietà, di fratellanza, si mischiavano tra loro,in una stretta legatura di fili rimanendo tutti uniti, immobili e silenziosi, quasi come se gli amori di tutta la terra, fossero scoppiati in uno spettacolo piroclastico, di luci e colori, contemporaneamente, sorprendendo le stelle, il sole, la luna e i pianeti ma soprattutto l'universo! Sarà proprio l'angelo divino a raggiungerlo, seguito da madre natura e da tutti gli animali della terra per svelare, dopo un lungo viaggio tra le strade del mondo, il segreto della vita. Gli uomini tutti, quindi la società, rappresentati da una piccola marionetta saranno esseri da sensibilizzare sui valori del bene e dell'amore attraverso il filo d'unione delle culture e dei sentimenti di tutti i popoli del mondo. Vita, morte, amore e sole con l'aiuto delle stelle, dei pianeti, della terra, del mare, dei fiori e degli insetti, si tufferanno nel gioco della via, in un balletto commovente ed infinito per indicare la strada della tolleranza, della solidarietà e dell'eternità e della pace.

Più informazioni su