laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Maria Grazia Fria (Liguria Libera): incontro questa mattina a Lerici con i cittadini

Più informazioni su

“Tanti problemi da affrontare: se sarò eletta in Consiglio regionale la situazione della Città di Lerici sarà una delle prime questioni che porterò all'attenzione della Regione”

LERICI – “Incontro questa mattina, mercoledì 27 maggio, a Lerici durante il quale i cittadini mi hanno spiegato le problematiche principali di quello che è conosciuto come il borgo Perla del Golfo dei Poeti. Tanti i temi affrontati a partire dalla situazione di Tellaro dove rimane aperto il tema della frana, rispetto alla quale ci sono seri interventi da mettere in campo per la sua messa in sicurezza e dell’accesso ad una delle frazioni più belle della nostra provincia e il collegamento fognario ed al depuratore rispetto al quale le istituzioni hanno l’obbligo di fare qualcosa”. Così spiega Maria Grazia Fria, candidata di Liguria Libera alle prossime elezioni regionali del 31 maggio.
 
Continua ancora l’esponente di centro destra: “il Golfo di Lerici e S. Terenzo stanno diventando una laguna: abbiamo infatti anche parlato della questione del Porticciolo e dei posti barca  e quindi credo sia necessario trovare soluzioni. Con l’allungamento della diga che contrariamente a quanto avevano fatto gli “anziani” è stata oggetto di un intervento che fa convergere su S. Terenzo tutto il materiale di risulta proveniente dal Magra con relativo insabbiamento del porticciolo, si è creata una situazione critica per la gestione dei posti barca, già oggi diminuiti considerevolmente. Un tema quello del costante insabbiamento del golfo che andrebbe affrontato in Coordinamento con Autorità di Bacino del Magra e Monte Marcello, la Regione e l’Amministrazione comunale. Anche perché quando piove, causa innalzamento dei fondali del golfo antistante Lerici e S. Terenzo,  anche le fognature si intasano e l’acqua e il materiale fognario invadono le piazze e le strade dei due borghi”.
 
“Altro tema – prosegue Fria – la riduzione dei posti barca che il Piano della Costa regionale prevede: quasi un dimezzamento con la conseguenza che molti residenti non vi potranno più contare. Posto barca che è bene dire costa caro ai lericini costretti anche a pagare la Tari sull’imbarcazione, e parliamo di € 1,20 a metro quadrato, un’assurdità”.
 
“Pure la questione parcheggi e Ztl rimangono delle criticità forti: sbagliati gli investimenti sui parcheggi.  Ad esempio la zona di realizzazione del parcheggio della Venere, con l’abbattimento di tantissimi alberi, quando si potevano realizzare parcheggi interrati e/o silos, recuperando più parcheggi e non buttando giù centinaia di alberi, è una questione importante perché influisce anche sulla qualità della vita della Città e sull’accessibilità turistica. Anche il tema della Ztl infatti dovrebbe essere affrontato diversamente soprattutto per quanto concerne il periodo invernale e delle stagioni intermedie dando la possibilità alle persone, e ai tanti spezzini che venivano volentieri a Lerici cosa che oggi non fanno più, di trovare parcheggio e fare una passeggiata acquistando nei negozi e bar della zona”.
 
“Il dato grave è che oggi il Comune di Lerici perde dai 20 ai 30 abitanti al mese e se non si farà qualcosa per invertire la rotta  il rischio è che sempre più persone abbandonino il territorio facendo diventare la Città un luogo di seconde-terze case. E sempre per parlare di case da segnalare la situazione, alla Venere, delle nuove strutture abitative destinate a residenza Turistica Alberghiera costruite ma inutilizzate da 4 anni e quindi chiuse, a causa di beghe che non si capisce perché non vengano risolte”.
 
“Per finire anche il tema commercio abusivo è grave: inaccettabile che ci siano tantissimi banchetti abusivi su tutta la passeggiata con pesante danno per i negozianti che invece devono pagare tasse di ogni genere e devono subire anche la concorrenza sleale di venditori ai quali pare nessuno chieda conto di nulla. Senza parlare poi del degrado di S. Terenzo, questo a detta dei residenti, dove a tutti i problemi indicati prima si aggiunge anche la situazione di decoro urbano completamente trascurato in questi anni.
Insomma una situazione che dovrebbe essere affrontata nella sua interezza e complessità. Lerici merita di più e per questo credo che uno dei primi argomenti che porterò, in caso di mia elezioni, in Consiglio Regionale sarà proprio la situazione della Perla del Golfo della Spezia, Lerici”, conclude Fria.

Più informazioni su