laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“La Terza Dimensione: la scultura come strumento nell’Arteterapia”

Più informazioni su

Inaugurazione Mostra Progetto Arteterapia

LA SPEZIA – Venerdi 29 Maggio, alle 17.30, presso il CAMeC (Piazza Cesare Battisti, 1), a conclusione del Progetto di Arteterapia, organizzato da ASL 5 Spezzino (Dipartimento Cure Primarie e Attività Distrettuali), in collaborazione con il Dipartimento Didattico del CAMeC, si inaugurerà la mostra “La Terza Dimensione”. Il percorso di Arteterapia ha avuto come filo conduttore “Ripensare le collezioni: la scultura”, e si è svolto con cadenza settimanale da gennaio a maggio presso il laboratorio didattico del CAMeC.

Interverranno: Il Direttore del Dipartimento Cure Primarie e Attività Distrettuali Dott.ssa Stefania Silvano, il Direttore del Distretto Sociale 18 Dott.ssa Stefania Branchini, il Responsabile della Struttura Semplice Disabili Dott. Agostino D’Imporzano, il Direttore Istituzione Servizi culturali del Comune della Spezia Marzia Ratti, Eleonora Acerbi (Conservatore CAMeC), Cristiana Maucci (Responsabile organizzativo Didattica CAMeC), Francesca Cattoi (Curatore della mostra “Ripensare le collezioni: la scultura”), Daniela Binelli e Patrizia Drovandi (responsabili Progetto Arteterapia).
L’iniziativa, attiva dal 2011, è rivolta a giovani e adulti con disabilità neuropsichiche e disturbi dello spettro autistico, e persegue gli obiettivi di inclusione sociale e il potenziamento delle capacità espressive, comunicative e relazionali.

L’esperienza coinvolge un gruppo di utenti del CTD di Gaggiola ed un gruppo di ragazzi del Progetto “Laboratorio delle Autonomie”, seguito dal Distretto Sociosanitario 18, afferente al Centro Asso di Via Gramsci- ex Scuola Pontremoli.

Autori: Federico Barichello, Elisabetta Bazzoli, Mario Benvenuto, Gloria Cattani, Bruno Jaluna, Mirka Lorenzani, Matteo Maci, Rosanna Maggi, Evelina Matarazzo, Alessandra Moretti, Francesco Nieri, Jessica Pini, Alessandro Pompei, Simona Ronca, Luca Sommovigo, Valeria Stretti, Luigi Susino, Luca Venturelli.

La mostra rimarrà aperta dal 29 maggio al 2 giugno (ingresso gratuito).

Più informazioni su