laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Formaggi in polvere, Rixi: “Ennesima follia europea a favore delle lobby”

Più informazioni su

"Daremo battaglia per tutelare le 25 produzioni tipiche della Liguria". 

GENOVA – «L'appello dei produttori liguri seriamente preoccupati per l'ennesima follia dell'Europa che vorrebbe cancellare la legge 138 del 1974 che vieta la produzione di formaggio con latte in polvere è un allarme che deve essere ascoltato e accolto. Siamo pronti a dare battaglia, anche insieme ad altre Regioni come Lombardia e Veneto con cui abbiamo ormai una stretta collaborazione, per difendere le 25 tipicità del nostro territorio dalla longa manus di un’Europa sempre più distante dai cittadini e dalle nostre imprese e sempre più in combutta con le grandi lobby».

Così interviene Edoardo Rixi, consigliere regionale in Liguria e vicesegretario federale della Lega Nord, a difesa dei produttori di formaggio liguri e contro la decisione della Ue di appellarsi ai trattati di libera circolazioni delle merci per abrogare la legge 138 del 1974 dando di fatto via libera alla produzione, anche in Italia, di formaggio con latte in polvere.
«Se ciò avvenisse – dice Rixi – si decreterebbe la morte di tantissime imprese familiari del nostro territorio e si disperderebbe il preziosissimo patrimonio gastronomico-culturale che esse rappresentano. Abbiamo molte imprese di questo settore concentrate nelle valli dell'entroterra: a Genova in Valle Stura, Scrivia, Trebbia, d'Aveto e Val Fontanabuona; alla Spezia in val di Vara, a Savona in Val Bormida, Stella e Quiliano, a Imperia nelle valli Arroscia, Argentina e Roja per un totale di un centinaio di imprese artigiane. Posti di lavoro e un patrimonio di conoscenze che difenderemo dagli artigli di Bruxelles».

Più informazioni su