laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

In piena attività il centro di Cassego

Più informazioni su

Notizie della Diocesi

LA SPEZIA – Le vacanze scolastiche portano con sé ogni anno, in diocesi, l’intenso programma dei campi estivi che si svolgono a Cassego, in alta Val di Vara. Il centro diocesano “San Pio X”, acquisito dalla diocesi negli anni Sessanta, ospita infatti da oltre quarant’anni i “campi diocesani” proposti dalla Pastorale giovanile, “campi” che vedono sempre una vasta presenza di ragazzi e di ragazze di tutte le parrocchie, suddivisi per fasce di età. Fondamentale è anche l’apporto, a sostegno del direttore del centro don Paolo Costa e dei suoi collaboratori, dei volontari e delle volontarie – spesso ragazzi e ragazze dei “campi” ora cresciuti ma rimasti legati ad un’esperienza umana e spirituale che tutti giudicano indimenticabile – che si prendono cura di tutti gli aspetti organizzativi ed anche educativi. Il programma 2015 di Cassego è iniziato nella seconda metà del mese di giugno con il “campo” riservato agli alunni delle scuole elementari, i più piccoli. Ora è invece la volta – sino a domenica prossima 12 luglio – del “campo” per ragazzi e  ragazze delle scuole medie: in un periodo importante nel cammino della loro vita, quello che sfocia nell’adolescenza, potranno vivere una settimana immersi nella natura, dediti ai giochi, alle escursioni ma anche alle riflessioni in comune e ai momenti liturgici. Merita di sottolineare che già alcune settimane fa le iscrizioni avevano coperto tutti i posti disponibili per questo “campo”. Giovedì pomeriggio, a Cassego, salirà il vescovo Luigi Ernesto Palletti: il vescovo ogni anno incontra gli ospiti della struttura diocesana, ed anche questo è un momento significativo della sua azione pastorale, sempre molto attenta nei confronti dei giovani. Venerdì prossimo Palletti sarà ancora in Val di Vara, per la precisione nella pineta di Suvero, dove si tiene un altro “campo estivo” per giovanissimi: quello che l’Azione cattolica ragazzi organizza, sempre in questa settimana, per ragazzi e ragazze delle scuole elementari.
Tornando a Cassego, dal 20 al 26 luglio sarà la volta del campo per studenti e studentesse delle scuole superiori. La quota a persona per l’intera settimana è di 120 euro, tutto compreso. Per informazioni, rivolgersi a Rachele, tel. 340.8523003. Nel corso dell’estate, Cassego ospiterà anche singoli gruppi parrocchiali o associativi.
 
I Francescani dell’Immacolata lasciano Porto Venere
Domenica prossima il vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti celebrerà la Messa alle 10 nella chiesa santuario di Nostra Signora delle Grazie ed alle 11.15 in quella di Porto Venere. Il significato di questa presenza consiste nel salutare i religiosi frati Francescani dell’Immacolata che, dopo alcuni anni, lasciano la cura pastorale di queste due parrocchie affacciate sul Golfo della Spezia. In particolare, dall’estate scorsa padre Carlo Iellici era appunto amministratore parrocchiale sia delle Grazie sia di Porto Venere. Per disposizioni del loro istituto religioso, ora, i religiosi “dal saio azzurro” lasciano il territorio di Porto Venere: le due parrocchie dalle prossime settimane torneranno ad essere affidate ad un sacerdote diocesano. La presenza del vescovo ha dunque il significato di un saluto ed anche di un ringraziamento per quanto in questi anni i frati hanno fatto prima al servizio del solo santuario delle Grazie, uno dei più frequentati dai fedeli nel Golfo spezzino, ed in seguito anche nella parrocchia di Porto Venere.

Arena estiva al cinema “Italia” di Sarzana
Ha preso il via venerdì scorso, a Sarzana, la tradizionale rassegna estiva a cura del cinema “Italia”, già cinema parrocchiale, ora sala di comunità. La rassegna, curata da Rocco Frontera e da Matteo Bernardini in collaborazione con il parroco monsignor Piero Barbieri, si svolge nella splendida cornice di piazza Niccolò V, a fianco dell’antica cattedrale. Ad aprire l’evento è giunta la bella notizia che Debora Bernazzani, del gruppo sarzanese “David Giovani”, un concorso Agiscuola cui aderisce da anni l’”Italia”, ha composto l’elaborato migliore e rappresenterà la Liguria nella giuria “David Giovani” alla prossima Mostra di Venezia. Il “Cinema in piazza” quest’anno prevede pellicole per ogni tipo di preferenza: dal film per ragazzi (come “Big Hero” e “Paddington”) all’opera, da manifesti dell’arte come “Faber” e “Il sale della terra” a pellicole restaurate come “Metropolis”. Gli spettacoli iniziano tutti alle 21.30, dal martedì al sabato, sino a mercoledì 2 settembre. Il primo film della rassegna di quest’anno è stato il celebre “Imitation game”, del regista norvegese Morten Tyldum, candidato a otto premi Oscar. Si prosegue martedì e mercoledì con “Se Dio vuole”, di Edoardo Falcone, con Alessandro Gassman. C’è, nell’ambito della rassegna, un’altra novità importante, l’iniziativa “Adotta un film”: molte attività commerciali del centro storico di Sarzana, e non solo, hanno accettato di “prendersi cura” di un film in programmazione, lo hanno esposto presso il proprio esercizio e si dedicheranno ad invitare i clienti a presentare il proprio biglietto da visita alla biglietteria del cinema: in cambio avranno un ingresso a prezzo ridotto. Il biglietto intero, già assai vantaggioso, costa sei euro, il ridotto cinque, e per i soci del cineforum sarzanese solo quattro a serata.

Alla Chiappa l’ultimo saluto a Franco Chiappini
La chiesa di San Bernardo alla Chiappa ha raccolto venerdì scorso l’ultimo saluto a Franco Chiappini. A quella chiesa, non lontano dalla quale ha sempre vissuto, Chiappini è sempre stato molto legato, come ha sottolineato monsignor Pier Carlo Medinelli nell’omelia: “Possiamo dire che era Chiappini di nome e … chiappino di fatto”. In forza di quel legami aveva partecipato a quel gruppo straordinario dei “ragazzi del 1955”,  riunito attorno all’allora giovane curato don Luciano Ratti, poi a lungo vicario generale. Quell’esperienza aveva formato molti giovani divenuti laici impegnati ad ogni livello, culturale, sociale, politico. Franco Chiappini, un poco più anziano di loro, aiutava a formarli e si formava egli stesso nello studio dei tempi nuovi e nella preparazione a quello che fu il tempo del Concilio Vaticano II. A quella preparazione egli univa una formazione culturale di grande spessore ed una coscienza professionale altissima: insegnante, direttore, ispettore scolastico, esponente da sempre dei maestri cattolici, per lui la scuola era davvero una “cosa seria”. E gli insegnanti dovevano essere aiutati a renderla tale. Fu presidente diocesano di Azione cattolica negli anni difficili del “dopo Concilio”, ed anche consigliere comunale Dc e assessore nella giunta di Ezio Musiani. In tutti i ruoli da lui svolti, compreso, negli ultimi anni, quello del consiglio discreto ma sicuro, ha sempre meritato la gratitudine di tanti. Ai familiari rinnoviamo le nostre condoglianze.

Nuovo libro di don Gando su Monterosso
E’ stato stampato di recente, per i tipi della “Ferdeghini Tipografia Edizioni” della Spezia, “Monterosso al mare (La Spezia) – Frammenti di storia –Notizie varie”, di Nilo Gando. Il volumetto conta sessantacinque pagina ed ha in copertina una bella foto a colori del borgo antico. Dopo la prefazione del sindaco Emanuele Moggia, l’autore, il sacerdote don Nilo Gando, nativo del paese delle Cinque Terre, racconta molto bene, in otto capitoli, il “territorio, i primi documenti, la popolazione, le costruzioni, la religiosità, la cucina, l’attuale situazione e, per ultimo, le date e gli avvenimenti più significativi. Nella bibliografia sono citati sette libri di altrettanti autori, oltre alla citazione delle nove pubblicazioni di don Nilo, uscite tra il 1989 e il 2010, e diverse dedicate proprio a Monterosso. Il volumetto, stampato in trecento copie, sarà presentato in questo mese nel paese, in una delle manifestazioni culturali estive.
 
”Ritorno a Tavarone”
Nelle settimane scorse don Gianluigi Figone e don Gianni Sarti hanno compiuto quarant’anni di ordinazione. Entrambi, negli anni Ottanta, sia pure in tempi diversi, sono stati parroci a Tavarone, nel comune di Maissana. Così la parrocchia li ha invitati insieme in occasione, domenica prossima, della festa della “Madonna della cintura”, molto sentita in zona. Alle 11 ci sarà la Messa solenne, alle 17 Vespri e processione con le confraternite e la banda di Varese Ligure.

Il vescovo a Varese Ligure
Il vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti, come ogni prima domenica di luglio, presiede a Varese Ligure le feste della Madonna della Visitazione, mèta di fedeli da tutta l’alta Val di Vara e dalle zone limitrofe. Alle 11 Messa solenne e Cresima. Alle 21 il vescovo guiderà lungo le vie del borgo la processione con i Cristi delle confraternite e l’arca della Vergine.
 
Celebrazioni di Cresima
Il vescovo diocesano Lugi Ernesto Palletti oggi domenica, alle 18, celebra Messa e amministra la Cresima nella parrocchia di Vezzano Basso, sabato prossimo alle 11 lo farà nella parrocchia di San Benedetto, domenica prossima alle 16 nella parrocchia di Montaretto, presso Bonassola.
 
Pegazzano, la Madonna dell’”Acquasanta”
Domenica nella parrocchia di Pegazzano si celebra la Madonna detta “dell’Acquasanta”. Da domani a giovedì, alle 21, la statua della Vergine sarà portata ogni sera in punti significativi del quartiere, tra cui la chiesa vecchia, per la recita del Rosario. Mercoledì mattina, Messa con Unzione degli infermi. Da giovedì a sabato, triduo con confessioni, adorazione alle 17 e Messa alle 18. Domenica, alle 11, Messa solenne del vescovo di Bubanza Jean Ntagwarara e, alle 21, tradizionale processione.

Più informazioni su