laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Frijia: «La Spezia: situazione di degrado di Piazza Saint Bon e Scalinata San Giorgio»

Più informazioni su

Maria Grazia Frijia riprende le segnalazioni dei cittadini e porta due interrogazioni in Consiglio Comunale: “ la buona politica si fa anche con l’attenzione alle piccole cose. Ci vuole maggiore attenzione alla vivibilità degli spazi della città”.. 

LA SPEZIA – Due interrogazioni del Consigliere comunale Maria Grazia Frijia sulla situazione di degrado e abbandono di Piazza Saint Bon e Scalinata San Giorgio per capire se l’amministrazione comunale ha intenzione di raccogliere le segnalazioni dei cittadini residenti che lamentano una difficile vivibilità delle due aree del centro cittadino. Spiega Frijia: “ ragionare sulla vivibilità della nostra città, sul fatto che vi siano delle zone dove degrado e abbandono la fanno da padroni, spazi che sono il cuore del centro cittadino, è inaccettabile. Il Comune spende centinaia di migliaia di euro per iniziative come il Giro d’Italia utili a promuovere La Spezia ma poi non la rende accogliente sotto il punto di vista della cura del territorio”.

Continua Frijia: “credo che sia fondamentale lavorare in questa direzione: strade dissestate, servizio di raccolta spazzatura che funziona a singhiozzo, scarsa manutenzione dei luoghi, vedi tombini divelti, grafiti e murales sulle facciate dei palazzi, carenza di controllo, carenza di illuminazione ed altri piccoli ma fondamentali interventi che devono rendere la nostra città maggiormente vivibile”.

“Inoltre – aggiunge il consigliere comunale – le segnalazioni dei cittadini la dicono lunga sulla situazione di queste due zone che in qualche modo, per motivi diversi, sono dei biglietti da visita della città perché spazi nel cuore cittadino, per fortuna sempre più preso d’assalto dai turisti soprattutto stranieri, che meritano di essere curati e manutenuti nel modo migliore”.

“Con i miei documenti chiedo all’amministrazione comunale se pensa di intervenire e cosa e come pensa di agire su questa due aree critiche raccogliendo quindi le indicazioni dei cittadini”, conclude Maria Grazia Frijia.

Più informazioni su