laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il neo direttore di Carisezia lascia Parigi per La Spezia

Più informazioni su

LA SPEZIA – Passare da una città metropolitana come Parigi a una città di provincia come La Spezia non dev’essere un’impresa scontata. Ma lui, Carlo Piana, nuovo direttore generale di Carispezia – Gruppo Cariparma Crédit Agricole (insediato lunedì 6 luglio) è ben felice del passaggio. Quarantotto anni, laureato in economia aziendale alla Bocconi, originario di Alessandria, sposato con due gemelli, Carlo Piana, che ha maturato un’esperienza manageriale a Parigi quale responsabile area rischi della “madre” Crédit Agricole trasfonderà tutto il suo bagaglio di esperienza per gestire la Banca spezzina, oltretutto con un bilancio ben solido e in espansione verso Genova e Ponente. Si troverà a districarsi con le problematiche e le abitudini diversificate di una clientela che copre un territorio variegato dall’entroterra spezzino al capoluogo ligure. Succede a Roberto Ghisellini che ha svolto egregiamente il suo incarico e che attualmente dirige la filiale di Pordenone per la consorella Fiuladria.

Piana affiancherà il Presidente Andrea Corradino nella direzione dell’Istituto spezzino. Il Presidente, entusiasta del nuovo arrivo, ha ricordato di essere stato immortalato in una foto a Milano in occasione di una cena di lavoro insieme al futuro direttore, Piana appunto, e Ghisellini. “Siamo stati premonitori con quella foto – ha affermato l’Avvocato Andrea Corradino – L’eccellente professionalità e l’elevata motivazione che contraddistinguono il nuovo Direttore generale contribuiranno a dare un forte impulso alla nostra Banca ed alla comunità di riferimento. Piana, grazie all’esperienza maturata a Parigi ha una profonda conoscenza del Gruppo Crédit Agricole, una banca a livello internazionale che adotta un modello di business che garantisce la valorizzazione della vocazione territoriale delle banche che ne fanno parte. Con lui proseguiremo in quel percorso di crescita che ha contraddistinto la nostra banca in questi anni”.

Piana punterà soprattutto sull’innovazione senza però radicali cambiamenti, coadiuvato da 700 persone e con un occhio particolare rivolto ai giovani tra i 18 ed i 35 anni. “Dobbiamo rispondere ai bisogni della clientela e parlare la loro stessa lingua – ha affermato il neo direttore – Per questo dobbiamo sempre crescere ed innovarci, perché le esigenze sono diverse e variegate. La nostra Banca infatti copre un’utenza molto vasta e con abitudini di vita dalle mille sfaccettature. E’ per questo la banca più radicata nel territorio a livello nazionale con il maggior rating delle banche italiane come confermato da Moody’s. Penso ad innovazioni semplici, soprattutto ad una maggiore snellezza per l’accesso al credito in un territorio che comunque vede segnali di ripresa. Prenderò contatti anche con le realtà imprenditoriali che necessitano di sostegno. Siamo in una situazione di bilancio solido e quindi pronti ad ascoltare gli imprenditori.”

Le premesse ci sono tutte per il nuovo corso dirigenziale. Intanto Piana ha già trovato una casa accogliente in cui dimorare con la famiglia, pronto per la sua nuova “avventura” lavorativa al servizio della clientela da sempre affezionata al tradizionale Istituto spezzino.

Simona Pardini

Più informazioni su