laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

In libreria “Megaliti di crinale delle Cinque Terre” di Enrico Calzolari

Più informazioni su

È uscito in libreria “Megaliti di crinale delle Cinque Terre” di Enrico Calzolari (Edizioni Cinque Terre, 140 pagine, € 14,00)

LA SPEZIA – Il libro svela uno dei più antichi segreti della religiosità europea, che si rinviene nel crinale delle Cinque Terre. Lo studio dei megaliti di crinale, collocati in vicinanza dell’ex Sentiero N°1 (oggi AV5T), viene ad aggiungersi alla ricchezza di valori paesaggistici, storici ed antropologici,  comunemente noti in tutta la letteratura giornalistica e libraria relativa a questo pregiato territorio, inserito nella grande storia del Mediterraneo. Fernand  Braudel, nel suo libro “Il Mediterraneo”, per identificare questo mare in cui sono passati i portatori delle civiltà più prestigiose – basti pensare agli Egizi, ai Fenici, ai Greci, ai Romani – ha usato come archetipo la frase “…i vignaioli discendono dalle colline delle Cinque Terre…”.

Questa immagine ha colpito e continua a colpire l’immaginario collettivo di escursionisti, viaggiatori, turisti e costituisce quindi un “valore d’uso”, cioè uno di quegli elementi che mantiene nel tempo la qualità di produrre ricchezza per generazioni e generazioni. Un nuovo elemento, che proviene dall’antica preistoria, viene messo in luce da questo nuovo libro e porta attrazione verso i crinali alti della costa, aggiungendo alla magnificenza dei paesaggi la grandezza delle cosmogonie degli antichi abitatori, che, si badi bene, non erano gli antichi Liguri, ma popolazioni ben più antiche di decine di migliaia di anni. Il tema dell’uovo e della nascita della vita, che si rinviene nel Monte Grosso di Corniglia, si ritrova infatti in una statuetta trovata in una grotta del territorio di Mentone (Costa Azzurra). All’interno del libro si trova infatti una riproduzione di una Venere fatta risalire al 23.000 a.C.,  che non può non lasciare il segno nell’animo di chi la osserva, e che fa ricordare, alle persone non più giovani, i riti della Pasqua cristiana, i canestrelli con le uova, le uova pitturate, ed ai più giovani la rottura del grande uovo di cioccolato, al termine del pranzo pasquale. Autore del libro è il prof. Enrico Calzolari, archeoastronomo, che mette in luce, oltre alla semiologia contenuta nei megaliti, anche la conoscenza dei movimenti del Sole e dei relativi azimut che segnano le stagioni, nonché quelle direzioni di antropologia culturale, come l’allineamento dell’ara del Persico (il persklum  dei Paleo-Umbri) con lo Scoglio Ferale e con il monte sacro degli antichi Liguri, il Monviso, il monte che si vede emergere  da solo, maestoso, dalle Alpi Cozie.

Questo libro arricchisce gli studi sulla parte di  ponente  del golfo della Spezia, in continuità con il precedente libro a titolo “Fabiano e i misteri della costa occidentale del Golfo”.

Più informazioni su